Incidente a Indianapolis: muore pilota di 13 anni

Terribile incidente sul circuito di Indianapolis in una gara di contorno durante il week-end del Motomondiale: un giovanissimo centauro di soli 13 anni, Peter Lenz, è morto dopo essere uscito di pista durante il warm up della gara valida per il trofeo Moriwaki 250 della Federazione Americana

da , il

    Incidente mortale per Peter Lenz

    Terribile incidente sul circuito di Indianapolis in una gara di contorno durante il week-end del Motomondiale: un giovanissimo centauro di soli 13 anni, Peter Lenz, è morto dopo essere uscito di pista durante il warm up della gara valida per il trofeo Moriwaki 250 della Federazione Americana. La moto di Lenz, una 125, è andata a sbattere violentemente contro le protezioni del circuito, ma a quanto pare il giovane pilota è stato anche investito dalla motocicletta che lo seguiva. Il padre di Lenz ha comunicato la notizia del decesso sulla pagina di Facebook del figlio.

    Peter è deceduto facendo quello che amava.”

    Questo l’annuncio della morte del giovanissimo Peter Lenz, dato direttamente dal padre del ragazzo per bypassare gli imbarazzi dei responsabili della pista di Indianapolis davanti a quella che è una tragica fatalità.

    Peter Lenz nato 13 anni fa a Vancouver nello stato di Washington, era considerato una delle promesse del motociclismo americano, avendo già conquistato ben 9 titoli nazionali in diverse categorie.

    Peter quest’anno era impegnato sia nella 125 Gp che nel trofeo Moriwaki 250 della Federazione Americana, competizione che guidava in testa alla classifica e che stava disputando il giorno dell’incidente, a quanto pare causato dalla perdita di controllo della sua moto nel giro di allineamento. Nonostante la corsa al vicinissimo ospedale, il ragazzo non è riuscito a sopravvivere alle lesioni interne.

    Al di là di tutte le polemiche, è possibile vedere un commovente video tributo dedicato al giovane Peter che mostra la sua passione genuina per il motociclismo.

    L’ultimo incidente mortale su un circuito del Motomondiale risaliva al 6 aprile del 2003, quando il pilota giapponese Daijiro Kato perse il controllo della sua Honda RC212V MotoGP andando a schiantarsi sulle gomme di protezione della pista di Suzuka.

    Foto AP/LaPresse