Incidente Alonso: il pilota ha perso la memoria? [FOTO]

Incidente Alonso: il pilota ha perso la memoria? [FOTO]
da in Circuito Barcellona F1, Fernando Alonso, Formula 1 2017, Incidenti Formula 1
Ultimo aggiornamento: Giovedì 11/05/2017 16:07

    Alonso portato in ospedale

    Il mistero su Fernando Alonso si infittisce di giorno in giorno. Sulla stampa spagnola è stato riportato, nelle ultimissime ore, che Fernando Alonso avrebbe perso la memoria per una settimana. Durante il ricovero in ospedale è stato visitato dai medici con delle classiche e semplici domande. Il pilota, lasciando di stucco sia lo staff medico che i parenti, pensava di essere nel 1995 agli inizi della sua carriera. “Sono Fernando Alonso, guido i Kart ma sogno un giorno di guidare nella Formula 1″ sembrano essere state le prime parole dell’atleta. Un buco temporale di 20 anni dimenticandosi i titoli vinti, le fasi cruciali della carriera e della vita personale. Solo dopo una settimana Fernando è tornato finalmente a ricordarsi tutto quello che è stato il suo recente passato. Può un semplice ‘colpo di vento’ causare tutto questo? Sarà stata una scarica elettrica ad aver quasi distrutto la memoria del pilota o Fernando soffre di qualche disturbo?

    Guasto tecnico o urto serio?

    Fernando Alonso non parteciperà alla gara inaugurale in Australia. I medici hanno detto che non è pronto per sostenere uno sforzo cosi importante. Lo spagnolo cercherà di recuperare la forma fisica in vista del secondo appuntamento iridato. Le domande che tutti si fanno sono: “Tornerà a guidare come sempre o avrà dei problemi? Riuscirà a risalire su una monoposto o questo episodio è l’epilogo sulla sua carriera?”. Gli interrogativi sono molti e le certezze sono ben poche. La FIA sta cercando di fare chiarezza ma la McLaren si è chiusa a riccio sull’argomento. Ripercorriamo ciò che è successo al Motmelò. Durante la giornata di Test Alonso è finito a muro durante il suo giro. Il pilota è stato trasportato subito in ospedale dall’elicottero e da quell’istante si sono susseguite una infinità di notizie su ciò che potrebbe essere successo nell’abitacolo dello spagnolo. Dalle prime immagini sembrava che la McLaren avesse soltanto ‘strisciato’ contro il muro non avendo vistosi segni di collisione. Sebastian Vettel, che seguiva Alonso in pista, ha parlato di urto ad una ‘velocità moderata’ non superiore ai 100/150 km/h [numeri bassi per un abitacolo di F1]. Allora per quale motivo è intervenuta prontamente l’ambulanza? il motivo è stato spiegato dall’accensione del nuovo sensore, voluto dalla FIA, che si attiva quando la centralina della macchina rileva un impatto superiore ai 15 G. Quindi un urto forte e pericoloso.

    Frenata di Alonso

    Altre immagini hanno mostrato che sull’asfalto di Barcellona, nel punto dell’impatto, era presente una sola striscia della frenata. La sua McLaren MP4-30 Honda non ha dunque frenato correttamente? la monoposto ha avuto un guasto tecnico nell’impianto frenante? Alonso inoltre ha seguito una linea diritta non riuscendo a sterzare per evitare il contatto col muro e questo elemento fa pensare che probabilmente qualcosa si è guastato anche nello sterzo.

    Ipotesi ‘fulminato’ a pag.3

    Ipotesi del malore improvviso

    La McLaren non ha spiegato se ci sia stato un guasto tecnico alla monoposto e sopratutto se l’impatto, osservando i segni sulla vettura, fosse stato cosi importante da far accendere la spia ‘del 15 G’. Fernando Alonso ha confidato ad amici e parenti di aver temuto per la sua incolumità e di aver sentito la sua colonna vertebrale in trazione durante le fasi dell’incidente. Per fortuna, dopo accurati accertamenti, sembra che sia scongiurata ogni possibile frattura alla colonna. Resta l’alone di mistero, seppur abbia impattato con un angolo laterale, della velocità. Le monoposto sono costruite per superare i crash test con oltre 350 km/h. Come è possibile aver ricevuto un colpo cosi ‘potente’? Non sono forse a norma le nuove McLaren? La scuderia di Woking ha ovviamente glissato sull’argomento chiudendosi a riccio. Anche l’ipotesi del malore improvviso o della ‘scarica elettrica’ subita sembrano essere scongiurate ma non del tutto escluse. Nelle ultime ore si fa sempre più insistenti le voci che queste F1 non siano sicure e potrebbero addirittura i piloti non scendere in pista a Melbourne.

    Cronaca del soccorso a pag. 4

    Cronaca dei soccorsi

    15.30: Dalla McLaren arriva un comunicato ufficiale sull’incidente di Alonso: «Oggi alle 12:35, mentre provava al Circuit de Catalunya nel corso del quarto e ultimo giorno della sessione attuale di test, la macchina di Fernando Alonso è uscita di pista in curva 3, andando a sbattere con il lato destro della macchina contro il muro. Fernando è stato trasportato al centro medico del circuito, dove i sanitari hanno prestato i primi soccorsi. Era cosciente e parlava con i medici. Comunque, come da procedura, è stato elitrasportato all’ospedale, dove è sottoposto a controlli precauzionali. Dirameremo un ulteriore aggiornamento a tempo debito».

    14.30: Sebastian Vettel, che si trovava dietro all’ex ferrarista, ha spiegato che Fernando stava andando ad una andatura moderata e che d’improvviso la sua McLaren ha voltato verso le barriere. Lo stesso Vettel ha spiegato che la manovra è stata strana. Si avvalora sempre più l’ipotesi di un improvviso malessere per lo spagnolo. Intanto la Ferrari, tramite il suo profilo Twitter, ha fatto un caloroso in bocca al lupo al suo ex pilota.

    14.00: Alonso è stato in questi istanti elitrasportato all’ospedale e, da quanto apprendiamo dalle parole del fisioterapista Borra riportate da Autosprint, gli sono stati somministrati dei calmanti perché il pilota era visibilmente agitato dopo l’incidente, ma viene confermato che sta bene e il trasbordo in ospedale è per dei controlli. Sicuramente colpisce l’assenza di segni d’impatto gravi sulla vettura, fatta eccezione per l’assenza dell’ala anteriore e la ruota posteriore destra apparentemente non in asse. Secondo la testimonianza di Victor Serrano, redattore di laf1.es, il pilota spagnolo procedeva normalmente finché si è spostato sulla destra, poi la macchina è scivolata sulle barriere lentamente, senza sbattere forte e senza alcun testacoda. Cosa è successo a Fernando? Probabilmente il pilota spagnolo ha avvertito un improvviso malore.

    1064

    PIÙ POPOLARI