Incidente Valentino Rossi: dubbi sui tempi di recupero

L’operazione alla tibia della gamba destra per Valentino Rossi è perfettamente riuscita, ma resta difficile prevedere i tempi di recupero

da , il

    Il brutto incidente che sabato mattina ha di fatto interrotto il mondiale di Valentino Rossi ha lasciato sotto shock i tifosi del campione della Yamaha e tutti i fan della MotoGP. L’operazione alla tibia della gamba destra è perfettamente riuscita, ma ancora non si conoscono i tempi di recupero (si parla adesso di circa 4 mesi) e, anche se il decimo titolo iridato è ormai sfumato, ci si aspetta comunque di vedere quanto prima il ritorno del Dottore in sella alla sua M1. Lin Jarvis, direttore di Yamaha Motor Racing, ha fatto gli auguri di pronta guarigione a Valentino.

    E’ difficile prevedere i tempi di recupero. Dobbiamo valutare i progressi del paziente e gli esami a raggi X dopo l’intervento chirurgico. Ragionevolmente penso che dopo sei settimane possiamo rivalutare la situazione a seconda dei riscontri di Valentino e ulteriori radiografie.

    Queste le parole del Professor Roberto Buzzi, il medico che, assistito dal Dottor Claudio Costa, ha operato Rossi ricomponendo la frattura mediante l’adozione di un chiodo con 4 viti.

    Valentino sarà in grado di lasciare l’ospedale nell’arco di una settimana, massimo dieci giorni, e potrà camminare usando delle stampelle. Ma, escludendo complicazioni vascolari, i tempi di recupero sono ragionevolmente di circa 4 mesi.

    Lin Jarvis, direttore di Yamaha Motor Racing, ha espresso la delusione per l’accaduto augurandosi di rivedere Rossi in pista il più presto possibile: “Per tutti noi di Yamaha e del team Fiat Yamaha è una giornata difficile, triste. E’ l’infortunio più grave della carriera di Vale, il primo che gli sia capitato di quest’entità. E’ dura per lui che sia successo proprio al GP di casa, è una grande delusione per tutti i fans qui al Mugello ed in tutto il mondo. Puntavamo ad avere i nostri due piloti in corsa per il titolo, adesso questo confronto è finito, almeno per l’immediato futuro. Auguriamo a Valentino tutto il meglio, una pronta guarigione, e speriamo di riaverlo con noi il più presto possibile.