Incidente Valentino Rossi: la seconda operazione

Valentino Rossi è stato sottoposto presso il Centro Traumatologico Ortopedico di Firenze ad una seconda operazione, indispensabile per chiudere la ferita lasciata dal primo intervento chirurgico, eseguito nello stesso ospedale nella serata di sabato

da , il

    Valentino Rossi è stato sottoposto presso il Centro Traumatologico Ortopedico di Firenze ad una seconda operazione, indispensabile per chiudere la ferita lasciata dal primo intervento chirurgico, eseguito nello stesso ospedale nella serata di sabato.

    Il bollettino medico rilasciato dal Team Fiat Yamaha parla di un’operazione perfettamente riuscita (sono stati usati quindici punti di sutura) e di un Valentino Rossi in buono stato di forma dopo il risveglio dall’anestesia.

    Seconda operazione per Valentino Rossi per rimettere a posto la gamba fratturata nel brutto incidente in cui è rimasto coinvolto sabato mattina durante le prove libere del Gran Premio d’Italia di MotoGP.

    Ecco le parole del Professor Roberto Buzzi riportate dal comunicato ufficiale Yamaha: “Oggi Valentino è stato sottoposto ad una nuova piccola operazione per chiudere la ferita, adesso sembra in buone condizioni. Abbiamo chiuso la ferita con 15 punti ed il nostro giudizio medico è positivo. Abbiamo usato un leggero anestetico e quando si è risvegliato era in buona forma. La guarigione dall’infortunio al momento sta andando bene, come previsto.

    Valentino Rossi resterà per altri due giorni al CTO di Firenze prima di tornare a casa: il campione di Tavullia dovrà usare per sei settimane le stampelle e poi potrà iniziare la riabilitazione.

    I tempi del rientro in pista sono ancora incerti, ma molto probabilmente di parla di minimo 4 mesi di stop. A dire il vero non c’è neanche tutta questa fretta, dato che ormai il mondiale 2010 è sfumato e il Dottore dovrà aspettare il prossimo anno per cercare di centrare il decimo titolo iridato in carriera.