Indianapolis, voci dal podio

Interviste commenti per il vincitore del GP degli Usa a Indianapolis

da , il

    Podio di Indianapolis

    Michael Schumacher: “Sono felicissimo! E’ stato un grande weekend: prima la Germania in semifinale, poi l’Italia, ieri la pole position e oggi questa grande vittoria! Ci eravamo preparati molto bene per queste due gare ma, per qualche ragione, in Canada non eravamo riusciti a dimostrarlo. Qui, invece, siamo stati forti sin dalle libere del venerdi’, anche grazie alle gomme Bridgestone. Abbiamo guadagnato sei punti, importanti per il campionato e vogliamo continuare su questa strada: lottare, spingere al massimo e cercare di vincere sempre! Voglio ringraziare tutta la squadra: hanno fatto un lavoro meraviglioso!”

    Felipe Massa: “E’ stata una gara fantastica, nella quale abbiamo dimostrato che il campionato e’ tutt’altro che finito. La squadra ha lavorato alla grande per tutto il weekend e tutto e’ andato per il meglio, in particolare le gomme Bridgestone. La mia partenza e’ stata molto buona e sono riuscito a superare Michael. Ho fatto una buona prima porzione di gara ma Michael e’ riuscito a superarmi al pit-stop, quando io ho avuto un piccolo problema alla frizione, che mi ha rallentato. Comunque, avevo ancora una gran voglia di lottare per portare a casa quel secondo posto che avrebbe dato alla squadra il massimo dei punti. Finire primi e secondi qui rappresenta una giornata straordinaria per tutti noi e anche per la mia carriera.”

    Giancarlo Fisichella: “Sono veramente contento del podio dopo la gara piu’ difficile della stagione per noi. Ho effettuato un’ottima partenza, ma in frenata per la prima curva sono stato molto cauto, cosa che ha permesso a Fernando di superarmi. Tuttavia, non appena la Safety Car e’ rientrata, avevo un vantaggio in termini di velocita’ rispetto a lui e, quando stato riuscito a prendere un po’ di rincorsa lungo il rettilineo principale, Fernando non mi ha reso la vita difficile. Dopo di che, il segreto e’ stato di mantenere il mio ritmo, continuare a spingere e vedere se qualcosa succedeva alle Ferrari. Anche Trulli, dietro di me, andava molto forte; cosi’ dovevamo andare al massimo per tutto il secondo stint; ma le cose sono andate bene ed ho potuto sollevare il piede dall’acceleratore nell’ultima parte della gara. Il terzo posto e’ stato il migliore risultato che potessi aspettarmi di ottenere oggi e sono felicissimo di aver fatto il massimo per il team. Essere giunti a podio su un circuito cosi’ difficile per noi e’ un risultato notevole e penso che le cose torneranno di nuovo normali a Magny-Cours”.

    Jean Todt: “Sognavamo questo risultato da molto tempo e finalmente e’ arrivato. Dopo la straordinaria qualifica di ieri sapevamo, se tutte le tessere del mosaico – affidabilita’, costanza della prestazione delle gomme Bridgestone, lavoro dei piloti e della squadra – fossero andate al posto giusto, saremmo stati in grado di riuscirci: cosi’ e’ stato. Dopo l’anomala gara del 2005, svoltasi in circostanze sulle quali non vogliamo tornare, oggi abbiamo ripetuto lo stesso risultato grazie alla superiorita’ su tutta la concorrenza.”

    Ross Brawn: “Tutto e’ andato secondo i piani. Avevamo buone sensazioni, in particolare dalle gomme, sin da venerdi’, quando gia’ avevamo l’aderenza di cui avevamo bisogno. La squadra e i piloti hanno fatto un ottimo lavoro. Abbiamo avuto alcune gare in cui le cose non sono andate per il verso giusto ma qui sono girate in nostro favore, in maniera significativa. Sono sorpreso del margine sulle Renault ma non credo che sia indicativo per le prossime gare, che, penso, saranno molto piu’ lottate. Ora dobbiamo proseguire su questa strada.”

    Flavio Briatore: “Oggi non era la nostra giornata. La concorrenza era troppo forte per noi ed il massimo che avremmo potuto ottenere dalla gara erano 11 punti. Alla fine, ne abbiamo guadagnati dieci e quindi abbiamo tenuto al minimo i danni. Giancarlo ha svolto un lavoro fantastico per arrivare terzo: non avremmo potuto chidergli di piu’ oggi. Per tutto il weekend Fernando non e’ mai riuscito ad avere la macchina come desiderava, ma ha conquistato punti preziosi lo stesso. Il team ha fatto un ottimo lavoro durante due difficili gare in Nord America ed ora ci recheremo in Francia determinati a vincere di nuovo nella nostra gara di casa… e ad aumentare il vantaggio in campionato”.