Infortunio Rossi: il jolly porta sfiga!

Il grave infortunio subito da Valentino Rossi al Mugello, che gli ha procurato una frattura esposta e scomposta di tibia e perone della gamba destra, nasconde anche un piccolo retroscena: il casco che il talento di Tavullia avrebbe dovuto indossare rimarrà uno degli oggetti sfigati della sua carriera

da , il

    Jolly_Rossi

    Il pilota campione del mondo della MotoGP, Valentino Rossi aveva preparato per il Gran Premio d’Italia 2010 un casco speciale, il quale raffigurava il faccione divertito del tipico jolly delle carte da ramino. Purtroppo per Rossi, l’elmetto confezionato da Drudi Performance non ha avuto molte occasioni di essere esibito in uno dei circuiti preferiti dal campione italiano. Ma sarà stato proprio il nuovo casco a portare sfortuna al 9 volte iridato? Rimane certo che Valentino non vorrà mai più indossare un oggetto che stà diventando l’istantanea simbolo di un momento nero della sua vita sportiva.

    Come ogni anno il centauro italiano della Yamaha M1 aveva preparato per la gara casalinga della MotoGP 2010, una livrea ed un casco speciale che raffigurava il viso di un jolly del tipico mazzo di carte da scala 40.

    Ma il grave infortunio subito da Valentino Rossi al Mugello, che gli ha procurato la frattura esposta e scomposta di tibia e perone della gamba destra, nasconde, a questo punto, un piccolo retroscena: il casco che il talento di Tavullia avrebbe dovuto indossare rimarrà uno degli oggetti più sfigati della sua carriera. Difficilmente il pesarese opterà di indossare nuovamente l’elmetto sfigato.

    Purtroppo, il Jolly disegnato da Drudi non è bastato all’attuale campione del mondo ad evitargli la terribile caduta avvenuta all’uscita della Biondetti e neanche uno diverso avrebbe influito sulla prognosi di 2 mesi di assenza consigliata al Dottore della M1. Ma resta il fatto che il casco è uno degli elementi distintivi della vicenda.