James Toseland stupisce nei test di Phillip Island

James Toseland va molto forte nei test con la sua Yamaha e le gomme Michelin

da , il

    James Toseland

    James Toseland è un campione del mondo. Il che significa che oltre ad essere veloce ha anche un carattere forte e vincente, le caratteristiche che servono per fare la differenza tra chi arriva tra i primi e chi vince. Il pilota inglese in un circuito conosciuto come Phillip Island ha dimostrato quanto vale con un terzo tempo finale e un ottimo passo durante la simulazione di gara.

    Vedere il mio nome in alto alla lista dei tempi ha posto un gran sorriso sul mio volto. Il fatto di conoscere la pista mi ha aiutato nel ripetere sempre le stesse linee e quindi i pareri dati al team sono stati molto più precisi. Su altri circuiti ho dovuto sia ambientarmi che cercare di girare forte. Sono contento della simulazione di gara ma quei cinque o sei giri in più rispetto a una manche Superbike sono stati un po’ strani. Il mio fisico non è abituato a questa distanza, ma mi sono sentito bene e alla fine non ero molto stanco. E’ tutta esperienza e sta andando bene. Dormirò bene questa notte sull’aereo dopo questa prestazione. Anche un mio meccanico mi ha detto che è bello vedere un pilota inglese in quella parte della classifica piuttosto che in fondo ad essa. E la cosa migliore è non posso che migliorare. Sto ancora aspettando nuove parti da Yamaha, quindi c’è ancora spazio per nuovi miglioramenti, anche da parte di Michelin. Tutti stanno lavorando duramente e io sono sulla cresta dell’onda al momento

    La sua Yamaha M1 sembra si adatti molto bene alle gomme Michelin, o forse sono le gomme francesi che in questo 2008 sembra si adattino meglio alla moto giapponese. Anche il compagno di Toseland, Colin Edwards ha girato molto bene in questi test invernali, dimostrazione che a Clemont-Ferrant hanno intrapreso la via giusta. Anche se ad onor del vero, i problemi delle gomme Michelin erano nel 2007 più durante la gara che durante le prove, dove spesso nel giro singolo riusciva a strappare tempi migliori.