Jarno Trulli crede nella Toyota TF108 e scopre gli obiettivi: “puntiamo a lottare con la BMW”

Jarno Trulli crede nella Toyota TF108 e scopre gli obiettivi: puntiamo a lottare con la BMW

da , il

    Jarno Trulli crede nella Toyota TF108

    In occasione della presentazione della Toyota TF108 è stata pubblicata sul sito della scuderia giapponese una lunga intervista a Jarno Trulli dove il pilota italiano fa il punto della situazione e rispolvera il suo solito ottimismo, stavolta abbinato ad un discreto spirito battagliero.

    C’è molta curiosità attorno a questa Toyota. Dopo i tanti proclami e le regolari bocciature, qualcosa sembra sia effettivamente cambiato all’interno del team. Primo segnale in questa direzione è l’attitudine a parlare di piccoli passi e il porsi obiettivi, almeno nel breve periodo, realisticamente raggiungibili.

    “Sono certo che nella prossima stagione riusciremo a schierare una buona vettura - spiega Trulli – Non possiamo pensare di arrivare ai vertici di colpo. il nostro obiettivo è lottare alla pari con la BMW, il che significa essere in lizza per il podio ad ogni Gran Premio”. “La scorsa stagione – prosegue il pescarese - è stata una stagione difficile per noi, ma abbiamo capito che in alcune aree dobbiamo migliorare molto. A volte abbiamo tenuto un ottimo passo, ma i risultati sono stati spesso inferiori al nostro potenziale. Ci sono stati tanti piccoli fattori o episodi che ci sono costati posizioni, per esempio i problemi che abbiamo avuto diverse volte in partenza. Ma quando si impara qualcosa si può solo migliorare”. “La TF108 sembra molto promettente - conclude Jarno - ma è impossibile fare previsioni su una vettura senza averla guidata. Ho partecipato allo sviluppo di questa vettura fin dalla metà della stagione 2007, soprattutto per quanto riguarda l’adattamento ai nuovi regolamenti. Personalmente sono entusiasta e credo che sia un vantaggio per me perché anche il controllo della trazione torna nelle mani del pilota che avrà il compito di trarre il massimo dalla vettura”.