Jarno Trulli ritorna sul podio

Jarno Trulli torna a sperare nel podio del Gran Premio d'Australia di Formula 1 2009 dopo che i commissari hanno nuovamente convocato lui ed Hamilton per discutere i fatti di Melbourne a seguito di nuove prove Raccolte

da , il

    Jarno Trulli torna sul podio. Una volta tanto, il ridicolo operato della Federazione va a beneficiare il risultato di uno dei nostri piloti di casa. Finito sul podio in Australia, poi retrocesso di 25” per aver superato Hamilton in regime di safety car, nonostante la Toyota abbia ritirato il ricorso, Trulli si vede riconfermato il risultato ottenuto in pista. E la squalifica tocca a Lewis Hamilton

    I FATTI. A pochi giri dalla fine del GP d’Australia, saldamente in terza posizione e con il solo obiettivo di accodarsi alla safety car, Jarno Trulli commette un errore e finisce sull’erba. A quel punto Hamilton ne approfitta e lo supera. Indeciso se la sua manovra sia stata lecita o meno, il pilota McLaren rallenta e si fa ripassare dall’italiano che conclude la corsa sul terza gradino del podio festeggiando con Button e Barrichello. Nel dopo gara, però, la Federazione giudica il contro-sorpasso del pilota Toyota ai danni dell’anglocaraibico non corretto e, non potendo più infliggergli un drive-through, lo penalizza di 25 secondi, facendolo piombare fuori dalla zona punti.

    RICORSO RITIRATO. Delusa ed irritata, la Toyota decide di fare ricorso salvo poi rendersi conto che questo genere di decisioni prese da parte dei commissari di gara sono inappellabili. Con rammarico di Trulli, quindi, non resta che accettare l’ingiustizia e voltare pagina.

    RIPENSAMENTO. Neanche il tempo di farsene una ragione che la Federazione torna protagonista. In base ad alcune nuove prove emerse in questi giorni, Jarno Trulli avrebbe superato Hamilton in quanto il pilota McLaren procedeva talmente lento da far supporre un problema tecnico. C’è di più: a fine gara, il campione del mondo avrebbe inizialmente ammesso di aver ricevuto l’ordine dal box di far passare Trulli. Questa versione dei fatti sarebbe però cambiata di fronte ai commissari dove Hamilton avrebbe semplicemente detto di aver rallentato per leggere le istruzioni della safety car. Per tagliare la testa al toro, i commissari riprenderanno le comunicazioni radio di Melbourne e convocheranno tra qualche ora nuovamente i due piloti

    AGGIORNAMENTO, HAMILTON SQUALIFICATO. Dopo aver incontrato Lewis Hamilton, la FIA ha deciso di rimettere Jarno Trulli al suo posto, cioè al terzo, nell’ordine d’arrivo del GP d’Australia. Il pilota McLaren e la sua squadra, rei di aver dato dichiarazioni false, non rispettose del regolamento sportivo, sono stati invece squalificati dalla gara.