Jean Todt alla FIA? Dubbi e polemiche

Max Mosley indica in Jean Todt il suo successore ma l'ex ferrarista non piace a molti ed allora ecco che ritorna in voga il nome del presidente in carica il quale potrebbe di nuovo ricandidarsi

da , il

    Jean Todt alla FIA? Il nuovo tormentone extra-sportivo della Formula 1 è servito. Chi sarà il nuovo Presidente della Federazione Internazionale dell’Automobilismo? Il fronte è aperto. Così come il dibattito.

    MAX MOSLEY. L’attuale presidente della FIA, non è dato sapere quanto a malincuore, ha deciso di non ricandidarsi. Nel toto-successore spicca il nome di Jean Todt ma non a tutti sembra piacere. Per questo, di fronte alle difficoltà, Max Mosley finisce con l’avvertire membri della FOTA che potrebbe in qualunque momento tornare in corsa. Soprattutto per riprendersi una rivincita nei confronti di coloro i quali (vedi Luca di Montezemolo) lo hanno dipinto come un dittatore:“Ovviamente, questo e’ stato molto fastidioso e non soltanto per me. Hanno dato l?impressione ai club membri della FIA che l?industria automobilistica potesse dettare chi sarebbe stato il presidente e cosa egli avrebbe fatto. Questo ha causato tumulto – ha sottolineato Mosley ribadendo di voler smettere ma non chiudendo definitivamente la porta – Se ci dovesse essere un gran conflitto con l?industria automobilistica, faro’ quello che si deve fare. Non e’ nel mio DNA fuggire da una battaglia” ha aggiunto.

    JEAN TODT. Il francese non parla. Non lo si vede da mesi. E’ il segnale che la sua candidatura è più che attendibile. Effettivamente Jean Todt ha esperienza sconfinata nel mondo dell’automobile, carisma da leader ed appoggi importanti. Primo fra tutti quello di Max Mosley che, dopo averlo voluto nella commissione per la sicurezza della FIA, non solo lo ritiene pronto per il salto di qualità ma sa che può fare su di lui affidamento per veder portate avanti le sue storiche battaglie su temi come sicurezza, ecologia e contenimento dei costi.

    FIA F1. Più titubanti di Mosley sull’opzione Todt sono i rappresentanti della FIA. Tra questi citiamo Carlos Garcia. Lo spagnolo membro del Consiglio Mondiale potrebbe essere l’alternativa “interna” più credibile e sta già iniziando la sua campagna elettorale:“A meno che Max non sia diventato ancora piu’ matto, non credo che lui appoggera’ Jean Todt perché tutti noi sappiamo da dove viene e a chi e’ legato – ha ammesso Garcia, il quale ha proseguito la linea dura della Federazione nei confronti della FOTA - Quello che ha fatto Luca di Montezemolo e’ una dimostrazione della totale mancanza di rispetto nei confronti della FIA e del Consiglio Mondiale” Sempre da Garcia, infine, arrivano sviluppi possibilistici sulla ricandidatura dello stesso Mosley.

    Foto: www.thevine.com.au; www.classicdriver.com; www.nextautos.com; www.wikimedia.org