Jenson Button campione del mondo F1 2009

Jenson Button campione del mondo della Formula 1 2009

da , il

    E’ Jenson Button il campione del mondo di F1 2009. Ho un amico che s’è preso in tasca 2000 Euro. C’ha scommesso prima che iniziasse il campionato. Buon per lui. Il merito di questo successo che adesso possiamo definire ampiamente annunciato, però, è soprattutto di Ross Brawn.

    JENSON BUTTON. La sorte l’ha aiutato. In Brasile dove lo ha tenuto fuori dai pazzi del primo giro e dove gli ha lasciato la pista asciutta per l’ora e mezza che più contava. Soprattutto la sorte gli ha voluto bene quando un paio d’anni fa la Honda ha deciso di ingaggiare Ross Brawn, dandogli la possibiltà di fare le cose a modo suo. Modo vincente. Talmente vincente che il pilota inglese si è preso il lusso di fare il cannibale nella prima parte della stagione per poi permettersi di camuffare una crisi, più tecnica che psicologica, in una sopraffina amministrazione del vantaggio come mai si era visto prima. Certo, stride il fatto che un Barrichello qualunque, sfortuanto spesso, abbia finito col dargli volentieri numerose lezioni di guida. Ridimensionandolo. Ma tant’è. Il principe vince con lode. Il ranocchio torna nello stagno senza fare neanche troppo rumore.

    BRAWN GP. E’ Ross Brawn il vero campione del mondo. Costruttori certamente. Piloti pure. Nessuno può negare che almeno 15 driver su 20 di quelli presenti attualmente in Formula 1 avrebbero vinto il mondiale se fossero stati messi nel sedile della Brawn GP numero 22. Per carità, piena è la storia della F1 di macchine che hanno fatto vincere i loro piloti. Se queste vetture si chiamano Ferrari, McLaren o Williams, però, ci si stupisce meno. Nei casi in cui a vincere il mondiale è stata una squadra con poca tradizione, normalmente il merito era sempre stato del fenomeno al volante. Alcuni esempi recenti? Schumacher con la Benetton o Alonso con la Renault. Stavolta no. Stavolta vince la sorpresa Brawn GP (o ex-Honda che dir si voglia) ed i meriti sono tutti del mezzo meccanico e delle strategie. Per questi motivi vogliamo sottolineare l’esistenza di Ross Brawn. Un genio vero. Fenomenale.