Jenson Button: la migliore dell’anno

Jenson Button vince il Gran Premio del Bahrain di Formula 1 2009 davanti a Sebastian Vettel e Jarno Trulli

da , il

    Jenson Button vince il Gran Premio del Bahrain. E convince sempre più. Un conto è passeggiare sulla concorrenza con una macchina che va mezzo secondo più forte di tutti. Un altro è mettere in campo nervi saldi, strategia e piede pesante per acciuffare un primo posto messo in discussione da due tipi tanti tosti quanto arrembanti quali Jarno Trulli e Sebastian Vettel.

    JENSON BUTTON. Jenson Buttonce l’ha fatta. Il pilota inglese ha atteso che i propri avversari si facessero da parte forte di una strategia ottima e di una Brawn GP ancora leader quanto a passo gara. Vettel è sembrato non sufficientemente veloce. Trulli ha toppato la strategia. Grazie a ciò, già a tre quarti di gara, Ross Brawn ha potuto tirar fuori la banana. “E’ stata la mia miglior vittoria - ammette Button che non nasconde la fatica – E’ stata una gara dura perché in questo weekend non siamo stati i più veloci come nelle tre precedenti gare. La partenza, però, è stata fondamentale e da lì la nostra strategia ha fatto la differenza. Voglio ringraziare tutti i ragazzi per l’ottimo lavoro. Adesso dobbiamo sviluppare la macchina altrimenti sarà sempre più dffiicile ripetersi”

    SEBASTIAN VETTEL. Da Sebastian Vettel ci si aspettava qualcosa di più ma le circostanze hanno dimostrato che alla Red Bull manca ancora l’ultimo gradino. Ecco spiegato come mai Adrian Newey ha deciso di mettere in discussione il progetto RB5 andando a modificare il basso retrotreno pur di infilarci il doppio fondo. “Il risultato va molto bene, ma è stata una gara difficile – ha dichiarato Vettel – ho perso due posizioni nel primo giro e sono rimasto bloccato dietro Lewis. Con le gomme che si degradavano era difficile superarlo, ma sono riuscito a rimanere più a lungo prima del rifornimento. La macchina è andata meglio con le gomme dure, una cosa inusuale in queste condizioni. Comunque ci stiamo avvicinando alla Brawn, tra poco penso che saremo vicinissimi a loro”.

    JARNO TRULLI. Il giro più veloce segnato in gara, accoppiato alla pole position, resteranno lì a ricordare quanto Jarno Trulli sia andato vicino ad acciuffare il secondo successo in carriera. Purtroppo le gomme dure del secondo stint lo hanno fatto precipitare indietro. Troppo indietro per rimettersi in corsa quando tocca a Vettel e Button avere le coperture meno performanti. “Sono un po’ deluso, mi aspettavo la prima vittoria per la Toyota, ma ho perso la prima posizione alla prima curva e da lì è stata difficile – spiega un deluso Trulli – Ho fatto rifornimento più tardi rispetto a Glock, ho cercato di lottare ma era difficile, c’era traffico e, pur se competitivo, non ero particolarmente veloce. Vettel ha preso la seconda posizione dopo l’ultimo rifornimento e non sono riuscito a passarlo” ha concluse il pescarese ringraziando la squadra.

    Foto: www.gpupdate.net