Jenson Button: miglior pilota di sempre?

Jenson Button si autoproclama il miglior pilota di sempre della Formula 1

da , il

    E’ Jenson Button il più forte pilota che la Formula 1 abbia mai conosciuto? Mah, non chiedetelo a lui, potreste avere una risposta shock:“Sono io il migliore di sempre” ha, per l’appunto, dichiarato in una discussa intervista uscita su GQ.

    JENSON BUTTON. Senza riaprire la scatoletta dei ricordi per giudicare la carriera di Jenson Button in uno sport, la Formula 1, dove il mezzo a motore è in grado di valere ben di più del fattore umano, basti dire che la dichiarazione oggetto di polemica vogliamo prenderla come una semplice provocazione goliardica di un pilota che è passato in un mese dalla cassa integrazione al volante del bolide più veloce dell’intero Circus. Manie di grandezza, quindi, perché no. Manie di protagonismo. Certo che sì. Tutta roba lecita per uno che è sempre stato abituato a stare dietro, a sgomitare non poco per un banale piazzamento e ad ingoiare catrame fuso (per non dire di peggio) quando l’ultimo arrivato, Lewis Hamilton, gli ruba onori, gloria, attenzioni e copertine nel giro di due Gran Premi. Uno che non ha battuto chiodo per mesi, è normale che ora ammetta candidamente:“Non mi interessa chi vince, se non sono io a farlo. Mi preoccupo solo di arrivare primo e, quando non ci riesco, sono geloso di chi conquista il successo”. Il modo di ragionare, in effetti, è quello dei migliori. Per conferme, chiedere ad un certo Michelino da Kerpen.

    BRAWN GP. In una stagione con così poche minacce, scorre bene la vita per Jenson Button. L’unico vero elemento di preoccupazione è dato da Sebastian Vettel che sembra essersi trovato una vettura addirittura più competitiva della sua biancona made in Brackley. Per farlo stare tranquillo, però, Ross Brawn gli ha riservato un nuovo step evolutivo che si propone di ristabilire le gerarchie di inizio stagione e risolvere i problemi avuti dall’inglese a Silverstone nel mandare in temperatura le gomme. “Il Nurburgring dovrebbe essere un buon circuito per la nostra macchina - spiega Brawn – avremo alcune novità aerodinamiche che ci dovrebbero far dimenticare in fretta il risultato di Silverstone. Siamo i primi ad ammettere che lì le cose sono andate al di sotto delle nostre aspettative ma siamo pronti a rifarci” conclude il team principal britannico ammettendo che per portare a termine il sogno iridato, il sesto posto di Button è un episodio che non si dovrà più verificare.