Jeremy Burgess: giusto il passaggio di Valentino alla Bridgestone

Jeremy Burgess commenta la scelta di Valentino Rossi di cambiare gommista

da , il

    Jeremy Burgess

    Da sempre uno dei più fedeli collaboratori di Valentino Rossi, Jeremy Burgess capotecnico del team Yamaha ora e del team Honda ai tempi dei mondiali dominati dal pesarese in HRC, ha interrotto il suo proverbiale silenzio per spiegare come la pensa riguardo al fenomeno di Tavullia e il passaggio dalla Michelin alle Bridgestone.

    “Valentino era consapevole di quello di cui aveva bisogno per migliorare, e credeva di sapere quello di cui aveva bisogno per migliorare le sue performance e con le Michelin non pensava di poterlo fare, era in una tale posizione che alla fine ha scoperto le sue carte dicendo: bene, non correrò a meno di non avere le Bridgestone, ecco quanto sono importanti per me”.

    Probabilmente dietro la scelta di Valentino Rossi di passare alle Bridgestone ci potrebbe anche essere lo zampino di Jeremy Burgess, una scelta apparentemente così rischiosa non può essere stata non ponderata e non affrontata insieme a colui che è forse il maggiore consigliere del pesarese e uno dei più grandi conoscitori delle competizioni Mondiali al giorno d’oggi.

    Rimaniamo dell’idea che la scelta del dottore sia la vera scommessa della prossima stagione: se avrà ragione e riuscirà a colmare il gap con la Ducati e le Honda sarà l’ennesima conferma delle sue grandi qualità di pilota. Ma se non saranno le gomme a fare la differenza allora prepariamoci ad un anno di polemiche roventi e di lamenti a non finire.