Jerez, Day1: il campionato non finisce…

da , il

    Ferrari test Jerez

    E’ virtualmente finito il mondiale, ma non è cessata la voglia di lavorare a Schumacher e alla Ferrari, impegnati assieme ad altri team nella quattrogiorni di test a Jerez. L’ultima prima della chiusura del campionato.

    A chi gli ha fatto notare che forse non c’era neanche più bisogno di questo ulteriore sforzo, Schumi ha replicato:“Se questi test erano importanti con il titolo piloti in palio, lo sono anche adesso, perché siamo ancora il lotta per il campionato costruttori!”.

    E di fatica gliene è costata al tedesco, quantomeno dal punto di vista psicologico, dato che ha persino subito una rottura al suo jet privato in Giappone ed è stato costretto a ripiegare su un aereo di linea per raggiungere l’Europa. Per lui oggi inizieranno, gli ultimi test, forse, della sua carriera…

    Entrando nel vivo del Day1 di Jerez, registriamo la presenza di Badoer e Gene per la Ferrari, Karthikeyan e Wurz con la Williams e Hamilton con la McLaren.

    Il miglior tempo è andato al padrone di casa, Gené, seguito dal collega trevigiano. Per loro il lavoro è stato indirizzato soprattutto alla corretta scelta degli pneumatici in vista di Interlagos.

    Terzo tempo per Wurz, il quale ha simulato un intero GP senza alcun problema. E’ andata diversamente al suo compagno Karthikeyan, dato che non ha potuto fare più di 10 giri al volante della acerba Williams motorizzata Toyota.

    Ultimo, perché ha effettuato solo qualche giro di installazione, Lewis Hamilton. Per lui oggi inizierà l’esamino finale per decidere se potrà o meno correre in Brasile.

    Sempre oggi, oltre al già citato Schumacher, arriveranno anche BMW Sauber e Toyota.

    Test Jerez, Day 1

    01. Marc Gene – Ferrari – 1’17.805 – 102 giri

    02. Luca Badoer – Ferrari – 1’18.789 – 70 giri

    03. Alex Wurz – Williams Cosworth – 1’19.549 – 108 giri

    04. Narain Karthikeyan – Williams Toyota – 1’22.196 – 10 giri

    05. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – 1’23.550 – 10 giri