Jorge Lorenzo: “a Philip Island non sono al top”

Jorge Lorenzo dopo la deludene sessione di qualifiche del venerdì, accusa problemi di messa a punto sulla sua M1 e non perfette condizioni fisiche

da , il

    La prima sessione di qualifiche del Gran Premio d’Australia 2009 è stata una giornata difficile per Jorge Lorenzo. Infatti a causa della mancanza di grip della sua Yamaha M1 e di presunti dolori fisici, lo spagnolo non è riuscito ad incidere positivamente sui tempi in prova e rischia di rimanere escluso dalla prima fila.

    Jorge Lorenzo, con il sesto tempo ottenuto nelle prove libere del Gran Premio d’Australia, dovrà risolvere alcuni guai tecnici e fisici se non vorrà restare fuori dalla bagarre per la vittoria, alla quale sembrano già essere presenti: Valentino Rossi e Casey Stoner. Lo stesso pilota spagnolo della Yamaha ha dichiarato di non sentirsi completamente a proprio agio sulla propria M1: “abbiamo avuto molti problemi nella prima sessione, specialmente con la gomma posteriore. Fisicamente non sono al top, probabilmente ieri ho mangiato qualcosa che mi ha creato qualche problema di stomaco e sinceramente spero di stare molto meglio domani.”

    Lorenzo, dopo la gara perfetta in Portogallo, si è presentato a Philip Island con una moto che presenta problemi a livello di messa punta e con una scarsa aderenza della gomma posteriore ma nonostante le numerose questioni tecniche e fisiche, il centauro maiorchino e rivale di Valentino Rossi, non si scoraggia e si augura di poter risolvere tutti i suoi guai durante le prove del sabato: “dopo la vittoria di Estoril, sono molto vicino a Rossi in classifica, ma l’unica strategia che ho è quella di provare a vincere tutte le gare, rimanendo aggressivo senza perdere la concentrazione perché l’unica cosa che voglio è cadere”.

    L’entusiasmante lotta per il titolo tra Rossi e Lorenzo si configura come un curioso gioco delle parti, infatti se all’Estoril era stato Valentino a patire di problemi dovuti alle gomme, adesso in Australia è Jorge a soffrire per la non perfetta messa a punto della Yamaha.

    Per la gara di domenica mattina, tutti gli appassionati del Motomondiale si augurano che entrambi i contendenti alla corona di campione della Motogp, possano giocarsi le rispettive chance di vittoria in condizioni di parità assoluta, perchè nessuno ha voglia di veder un’altra gara noiosa come quella portoghese.