Jorge Lorenzo-Ducati: La biografia del pilota spagnolo

Jorge Lorenzo-Ducati: la biografia del pilota spagnolo che guiderà la Ducati nel biennio 2017/2018. I successi e titoli mondiali vinti da Lorenzo.

da , il

    Jorge Lorenzo è un nuovo pilota della Ducati. Il campione del mondo in carica ha firmato con la casa di Borgo Panigale e sarà il pilota della Desmosedici per il biennio 2017/2018. Dopo nove stagioni in Yamaha farà dunque il grande passo di intraprendere questa nuova avventura e provare a vincere il titolo con un’altra moto. Ci riuscirà? Sarà in grado di seguire le orme di Casey Stoner o fallirà come Valentino Rossi? In attesa di scoprirlo, abbiamo ripercorso la carriera e la vita di “Martillo” Lorenzo.

    La carriera di Jorge Lorenzo

    Jorge Lorenzo , nato a Palma di Maiorca il 4 maggio 1987, è pronto alla sfida professionale più importante della sua carriera, vincere con la Ducati. Nella storia della MotoGP in molti campioni hanno vinto guidando le moto più veloci, ma in pochi sono riusciti a farlo alla guida delle due ruote considerate meno importanti del lotto. In Ducati solo Stoner ha fatto la differenza e ora toccherà allo spagnolo riportare al successo la Casa di Borgo Panigale. Il maiorcano, soprannomiato “Porfuera”, breve locuzione spagnola che significa “all’esterno” e con indice di una guida spericolata e ricca di “sportellate” soprattutto in fase di sorpasso, ha dimostrato di aver stoffa da vendere e grande manico. In carriera ha collezionato ben 5 titoli mondiali, nel 2006 e nel 2007 nella classe 250 mentre nel 2010, 2012 e 2015 ha vinto il titolo in MotoGP. Da quando, nel lontano 2008, è sbarcato nella massima serie del motomondiale ha sempre vinto una gara a stagione. Nel complesso ha collezionato 62 successi e 62 pole position a dimostrazione del suo talento cristallino. Spesso ha dimostrato di aver qualche limite quando il meteo è ballerino ma, se le condizioni climatiche sono favorevoli, dà il meglio di sè riuscendo sempre a tirare fuori il meglio dalla M1. Per questo motivo è stato soprannominato dai suoi fans come “Martillo” ovvero “Martello”. La sua capacità di spingere con costanza è stata decisiva nella vittoria di molte gare e titoli mondiali. In Ducati dovrà adattarsi ad una moto diversa dalla nipponica ma avrà a disposizione un motore decisamente importante.