Jorge Lorenzo e la tentazione Ducati

La Ducati offre 12 milioni al pilota spagnolo della Yamaha, Jorge Lorenzo, per correre con la Desmosedici per i prossimi due anni

da , il

    La Ducati, con lo stato di salute incerto di Casey Stoner, ha formulato un’offerta nei confronti del pilota Yamaha, Jorge Lorenzo. Il Pirata dovrà decidere se rimanere al fianco di Valentino Rossi o passare in sella alla Desmosedici.

    Il corridore maiorchino della M1, già al centro di una voce di mercato che lo voleva alla Honda ufficiale nel 2010, non ha ancora deciso il suo futuro e a questo punto, l’ipotesi di un approdo alla HRC non è più la strada percorribile.

    L’offerta avanzata al talento iberico, dalla squadra di Livio Suppo, parla di dodici milioni di euro spalamabili in due anni. Per Jorge, la tentazione di condurre nel 2010 una Ducati ufficiale, può rappresentare la svolta della propria carriera e potrebbe, finalmente, ricevere le attenzioni da numero 1 che non ha avuto in Yamaha.

    Il suo manager, Marcos Hircht, ha affermato di non voler influenzare in nessun modo il suo assistito ma è probabile che il Pirata della Motogp decida già tra pochi giorni il proprio futuro. Inoltre, Lorenzo avrebbe il privilegio di avere sponsor personali sul casco, premi gara e soprattutto carta bianca sulle modifiche della moto.

    Adesso la decisione definitiva passa per le mani di un sempre più confuso Jorge, poichè anche se la proposta della Yamaha sia ferma alla vecchia offerta di 4 milioni, Lorenzo è pienamente consapevole che in Ducati, attualmente, non avrebbe la moto più affidabile della Motogp e molto probabilmente richiederà ai dirigenti giapponesi un semplice ritocco dell’ingaggio per rimanere alla guida della M1.