Jorge Lorenzo: “il Mondiale è meno impossibile”

Jorge Lorenzo, dopo la vittoria conquistata all'Estoril, sembra deciso a recuperare lo svantaggio in classifica generale da Valentino Rossi

da , il

    Con la dilagante vittoria ottenuta sul circuito dell’Estoril, Jorge Lorenzo ha clamorosamente riaperto i giochi per l’assegnazione del titolo mondiale Motogp. Infatti il leader della classifica generale, Valentino Rossi è giunto quarto al tragurdo, regalando a tre gare dalla fine, ben 12 punti al compagno di box.

    Quando mancano tre corse al termine della stagione Motogp, la lotta per l’assegnazione del titolo di campione del mondo, tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, si è incredibilmente riaperta. Infatti il maiorchino della Yamaha ha ottenuto all’Estoril una preziosa affermazione che gli ha consentito di accorciare la classifica mondiale, soprattutto se si considera che l’altro duellante all’iride, ha tagliato il traguardo in quarta posizione.

    Anche se Lorenzo, in questo momento, sembra essere l’uomo più in forma, non dobbiamo dimenticare che Rossi non è certamente un avversario arrendevole e con la tensione che ha accompagnato tutto il campionato 2009, tutto potrebbe cambiare nel prossimo appuntamento della classe regina a Philip Island.

    Il Pirata della M1, però, conosce il valore del suo avversario, con il quale ha avuto modo di misurarsi per tutto l’arco della stagione ed è consapevole che per portare a termine la sua rimonta deve braccare stretta la propria preda per metterlo in condizione di sbagliare: “il campionato adesso è meno impossibile. Valentino è in vantaggio, il Mondiale è in mano sua, sarà sotto pressione”.

    Ora che il distacco dal pesarese è di sole 18 lunghezze, Jorge Lorenzo ha ripreso il coraggio che gli è mancato negli ultimi appuntamenti della stagione e con un Valentino Rossi deciso a rimediare alla figuraccia portoghese, le ultime gare saranno davvero palpitanti.

    Ma se scendiamo nei dettagli, tra i due piloti della Yamaha, è proprio il maiorchino a non avere nulla da perdere: “non ho niente da perdere e sono molto veloce da diverse gare. Che dire, se finisco secondo sarà comunque un buon risultato. Se finisco primo sarà perfetto”.

    Adesso che la sfida è stata lanciata non ci resta che accomodarci sul divano e goderci le ultime fasi di questa emozionante stagione Motogp.