Jorge Lorenzo, terzo alle spalle di Valentino, perde il derby con Pedrosa

Jorge Lorenzo terzo alle spalle di Valentino, perde il derby con Pedrosa

da , il

    jorge lorenzo in Yamaha

    Il re ha perso il trono.

    O meglio, alla fine è riuscito ad arrampicarsi fino al terzo gradino del podio, ma ormai il regno di Jorge è espugnato.

    Non ci crede neppure lui, il “fenomeno” dei tre diapason in pista nel 2008 per la seconda volta nel Campionato 2008.

    E’ dispiaciuto di aver deluso il suo pubblico, Jorge, di non essere riucito a far sventolare per l’ennesima volta la bandiera della “Lorenzo’s Land”, di non aver potuto alzare al cielo il trofeo più pesante.

    Ovviamente sono un po’ dispiaciuto oggi; – dice Jorge a gara conclusa, e aggiunge: pensavamo che saremmo stati in grado di lottare per la vittoria, ma non posso lamentarmi perché questa è stata soltanto la mia seconda gara in MotoGP e ho già ottenuto grandi traguardi: due podi e due pole position. Correre oggi davanti a così tanti tifosi spagnoli e a Re Juan Carlos è stato qualcosa di incredibile: mi sono divertito veramente tanto. Dani ha meritato la vittoria, il suo ritmo era molto buono e io non sono riuscito a seguirlo, anche se sto imparando sempre di più e so che alla prossima gara sarò ancora più forte. Ciò è molto importante perché questo è un campionato molto lungo. Ringrazio il mio Team, Yamaha e Michelin: tutti hanno lavorato duramente. Il secondo posto in campionato è molto di più di quanto mi aspettassi, per cui adesso guardo soltanto alla prossima gara“.

    E fa bene Jorge a pensare, a sperare, a guardare alla prossima gara.

    Senza buttar l’occhio troppo in là.

    Farebbe anche bene a fermarsi un attimo.

    E accendere un cero al suo indubbio talento.

    E all’ Elettronica.

    Ma questo è un altro paio di maniche.

    Ok Jorge, rivincita tra qualche settimana in Portogallo!