Jules Bianchi un anno dopo: la F1 torna a Suzuka per il GP del Giappone

Jules Bianchi: la Formula 1 torna in Giappone a Suzuka ad un anno di distanza dall'incidente del pilota francese che lo ha portato alla morte il 17 luglio scorso. A RMC parla il padre e racconta il suo dramma.

da , il

    La Formula 1 torna a Suzuka per il Gran Premio del Giappone 2015 ad un anno di distanza dall’incidente di Jules Bianchi. Lo sfortunato pilota della Marussia, uscito di pista e finito sotto una gru che stava spostando la Sauber di Adrian Sutil, è scomparso dopo 9 mesi di coma nella sua Nizza il 17 luglio scorso. La famiglia ha sempre mantenuto un’incredibile trasparenza nel raccontare il dramma che la stava coinvolgendo e ora, a 12 mesi dal drammatico evento, il padre Philippe Bianchi parla ancora delle sue sensazioni:“Gli ultimi due mesi sono stati di dolore e disperazione nel tentativo di ricostruire la nostra vista senza nostro figlio – ha ammesso a RMC Francia – da quel 5 ottobre non ho più seguito la Formula 1 e non penso nemmeno che guarderò questa gara”, ha proseguito. Segui con noi live in diretta la gara del GP Giappone F1 2015 CLICCANDO QUI!

    Philippe Bianchi: “Non sono ancora pronto per vedere la F1″

    “Ho accettato di andare a Budapest per il minuto di silenzio in onore di Jules ma solo questo. Tutto il resto è estremamente difficile, anzi insostenibile - ha spiegato Philippe BianchiNon sono ancora neppure riuscito a vedere le immagini dell’impatto con la gru. Non mi sento pronto. So che un giorno ce la farò. A questo proposito voglio cogliere l’occasione per ringraziare tutti quelli che sono venuti al funerale. Sì, mancava Alonso ma mi ha spiegato che era troppo sconvolto per poter essere di conforto”. Per onorare la memoria di Jules Bianchi, il papà ha spiegato di voler mettere in piedi una fondazione tipo quella realizzata dai genitori di Marco Simoncelli:“Vorrei aiutare i giovani piloti senza mezzi economici ad emergere dando loro i contatti giusti con persone d’esperienza. Nel Circus ho trovato molti piloti disposti ad aiutarmi. Tutti sono stati molto colpiti dal nostro dramma”.

    Suzuka modificata dopo l’incidente di Bianchi

    L’incidente di Jules Bianchi ha portato gli organizzatori del Gran Premio del Giappone ad apportare alcune modifiche al circuito di Suzuka. In particolare, sono stati effettuati dei lavori per garantire un miglior drenaggio dell’acqua in caso di pioggia. Inoltre, nella curva in cui il pilota francese è uscito di pista, è stata installata una gru che non rende più necessario l’ingresso di mezzi pesanti nella via di fuga.

    Bianchi: “Spero Schumacher ce la faccia”

    Michael Schumacher pesa appena 45 chili, non riesce a comunicare con la famiglia ed ha solo una vaga coscienza di ciò che gli sta accadendo. Il Daily Express racconta così lo stato del campione tedesco secondo quanto percepito da fonti a lui vicine. Una cosa è certa: il cammino di recupero appare lunghissimo e forse impossibile per Schumi che si trova in coma dal 29 dicembre 2013 dopo l’incidente con gli sci a Meribel. “Sta vivendo un dramma simile al nostro - ha commentato Philippe Bianchinon sapendo nulla sulle sue condizioni non voglio sbilanciarmi se non dire alla famiglia che non deve mollare. Spero di cuore riesca ad uscire da questa situazione. Il fatto che stia ancora lottando deve dare speranza”.