Kimi Raikkonen: 17 milioni per non correre

Kimi Raikkonen sta valutando se correre in McLaren nella stagione 2010 di Formula 1 o se restare un anno fermo

da , il

    Kimi Raikkonen è sempre più vicino al prendere una decisione sul proprio futuro e sempre più al centro dell’attenzione. La testata tedesca Auto Motor und Sport rivela che sul piatto della bilancia pesano due offerte: prendere 15 milioni ed andare in McLaren o tenersi i 17 milioni della Ferrari per stare fermo.

    KIMI RAIKKONEN. Nel contratto del finlandese c’è una clausola che prevede un indennizzo di 17 milioni di Euro, belli, comodi e sicuri, se la Ferrari non lo farà correre nel 2010 e se lui non troverà un’altra sistemazione di suo gradimento. Qualora, invece, decida di accasarsi altrove, prenderà un rimborso di “soli” 10 milioni. Forte di questo sostanzioso esborso da parte del Cavallino, la McLaren avrebbe offerto al finlandese solo 5 milioni di Euro per un totale di 15 milioni che rappresentano comunque uno degli ingaggi più corposi dell’intero Circus.

    MCLAREN. L’affare non è semplice per due motivi. I manager, quelli che prendono la percentuale sull’ingaggio, vorrebbero dalla McLaren tutti e 15 i milioni di Euro che, aggiunti ai 10 della Ferrari, manterrebbero l’ingaggio di Kimi Raikkonen al livello dei 25 milioni presi fino a quest’anno. C’è di più: se il finlandese accettasse di tornare a Woking, con molta probabilità dovrebbe dire addio ai rally. O, mediando in termini di ingaggio, riusciranno a trovarsi a metà strada, oppure i 17 milioni per non fare assolutamente nulla resteranno l’offerta più allettante che Raikkonen possa mai valutare.

    NICK HEIDFELD. Senza Raikkonen, il posto rimasto vuoto in McLaren potrebbe essere occupato da Nick Heidfeld. L’ex pilota BMW ha tutte le carte in regola: è tedesco come piace alla Mercedes ed è di grande talento come è convinto Martin Whitmarsh che lo ha più volte definito uno tra i più sottovalutati dell’intera F1. Nico Rosberg è ormai della Brawn GP.