Kimi Raikkonen: Ferrari a vita!

Kimi Raikkonen dichiara di voler restare in Ferrari fino alla fine della sua carriera

da , il

    Ancora la pista è lontana ma se Kimi Raikkonen deve dimostrare che è tornato quello capace di vincere il titolo mondiale nel 2007, è soprattutto a livello di motivazioni che da lui ci si aspetta il salto di qualità. Ed il pilota Ferrari non smentisce le attese dichiarandosi pronto, gasato e… ferrarista a vita!

    ULTIMO TEAM. “Sono motivato e voglioso di vincere come sempre” – esordisce Raikkonen ricordando come il percorso in Ferrari, con due stagione alle spalle e due di fronte, sia per ora solo a metà – “L’anno scorso non è andato come avrei voluto ma abbiamo comunque imparato tanto”. Il finlandese ribadisce non solo la volontà di restare in Ferrari e di rispettare il contratto, ma conferma indirettamente anche l’ipotesi di ritiro dalla F1 nel 2010 qualora non prolungasse ulteriormente con il Cavallino:“Ho ancora due anni di contratto, fino alla fine della stagione 2010: ad un certo momento, il prossimo anno, penseremo a che cosa fare ma credo proprio che questa sarà l’ultimo team con cui corro in Formula 1.”

    NUOVA STAGIONE. Tante le nuove regole. Secondo Raikkonen il nodo cruciale sarà farsi trovare in ottima forma già nella prima gara del campionato, perché con il divieto di farei test durante la stagione sarà difficile recuperare terreno sugli avversari. Ad affiancarlo nel difficile compito di capire la nuova macchina e trovare la giusta messa a punto in quei venerdì di gara che dovranno servire anche come giornate di test per sviluppare la vettura, non ci sarà più Chris Dyer ma Andrea Stella. Si è molto speculato su questo avvicendamento ma secondo il campione del mondo 2007 ci sarebbe ben poco di vero:“Se non avessi lavorato bene con lui non avrei certamente vinto il titolo! Chris, dopo tanti anni nello stesso ruolo, voleva cambiare funzione e ora sarà il coordinatore di tutti gli ingegneri che lavorano in pista e dei programma dei test. Mi sono trovato sempre bene con lui e con Andrea, che ha sempre fatto parte del gruppo dedicato alla mia macchina”.

    F60. Quando c’è da chiedere commenti sulla nuova vettura, l’attenzione passa su Felipe Massa. Raikkonen debutterà la prossima settimana a Portimao mentre il brasiliano può già esprimersi, pur se molto cautamente, avendo effettuato lo shakedown del Mugello di lunedì scorso. “La F60 dal punto di vista del pilota è una vettura totalmente diversa rispetto alla precedente: ha un maggiore carico aerodinamico, scivola di più anche se è stato guadagnato molto sul lato gomme” spiega il vicecampione 2008 che minimizza le preoccupazioni per le ingombranti ali anteriori e si congratula con la squadra per aver realizzato in brevissimo tempo una monoposto già completa di KERS.