Kimi Raikkonen non dà per vinta la McLaren

Dopo i test di Barcellona Kimi Raikkonen parla dei suoi avversari descrivengo ancora la McLAren come team da tenere in grando considerazione nonostante nell'ultimo GP sia andato più lento della BMW Sauber

da , il

    Kimi Raikkonen non dà per vinta la McLaren

    Nonostante da molte parti si tessano le lodi della BMW e si dipinga la McLaren in crisi, Kimi Raikkonen crede che il team anglotedesco abbia tutte le carte in regola per continuare ad essere il principale avversario della sua Ferrari.

    Nonostante la casa di Monaco sia andata meglio di quella di Stoccarda, per il campione del mondo in carica i valori potrebbero di nuovo ribaltarsi nelle prossime 3 gare che, tra Barcellona, Turchia e Monaco, si disputeranno in 3 scenari molto diversi tra loro.

    “Barcellona è una delle piste più difficili per le monoposto. Dopo andremo ad Instanbul ed infine a Montecarlo e, quindi, la storia potrebbe di nuovo cambiare - spiega il ferrarista - E’ possibile che i valori restino gli stessi e che noi si possa essere davanti, ma molto dipenderà da quello che ciascuno ha fatto durante i test”.

    Raikkonen guarda anche ad Hamilton e Alonso, scagionando nuovamente il primo dalle accuse di aver fatto troppi errori in Bahrain “Sono cose che capitano quando la macchina non è a posto e si vuole lo stesso essere tra i protagonisti” e citando il secondo come possibile sorpresa per il resto della stagione:“Non ho idea di cosa abbiano fatto ma alla Renault hanno detto che faranno dei passi in avanti per cui vuol dire che miglioreranno e che potrebbero crescere nelle prestazioni”.

    Per quanto riguarda la Ferrari, invece, il finlandese non se la sente di sbilanciarsi troppo avendo provato per pochi giri ed in condizioni atmosferiche non favorevoli:“Non posso dire nulla sul nuovo muso perché ho girato pochissimo. Le condizioni non ci hanno aiutato però, in generale, i test sono stati positivi e abbiamo sicuramente fatto qualche passo in avanti come speravamo”