Kimi Raikkonen: ora! O mai più?

Kimi Raikkonen parla della Ferrari F60 e della nuova stagione 2009 di Formula 1 che si appresta a cominciare con il Gran Premio d'Australia a Melbourne

da , il

    La Ferrari non lo nasconde. Kimi Raikkonen lo sa. Per il finlandese quella che sta per cominciare sarà una stagione chiave dove dovrà dare il massimo per dimostrare che l’annata 2008 è stata solo una parentesi sfortunata. A pochi giorni dall’inizio del mondiale 2009, l’Iceman della F1 accantona tutti gli alibi e dichiara:“La F60 mi piace, più della macchina dello scorso anno!”.

    ATTACCARE LA SPINA. Pochi test ma intensi. Poi un po’ di divertimento con qualche rally sulle nevi della Finlandia e tanto tempo passato con la famiglia. Kimi Raikkonen ammette che, complici i nuovi regolamenti che hanno rivoluzionato le vetture, sembra passata una vita dall’ultimo GP del Brasile. Lui, però, non ha voluto lasciare niente al caso:“Mi sono goduto questa pausa invernale anche più del solito ma mi sono allenato molto intensamente e in maniera un po’ diversa per essere pronto per una stagione molto impegnativa”.

    CONTROPROVA. Fedele ad uno dei suoi motti “te lo dico se lo so”, Raikkonen fugge da ogni avventurosa previsione di competitività e dalla sua bocca non esce neanche mezzo nome dei rivali. Il finlandese è concentrato esclusivamente sulla Ferrari F60 che spera sia la macchina da battere e chiama il GP d’Australia la “controrpova”. “Solo quando ci ritroveremo a girare tutti con la stessa benzina nello stesso momento vedremo quanto saremo forti. Magari - precisa Raikkonen – dovremo attendere ancora qualche gara per avere una situazione più chiara perché l’Albert Park è un circuito particolare e ci vorrà la Malesia per vedere quali squadre saranno davvero davanti”.

    FERRARI F60. “Speriamo che tutto vada come speriamo - dichiara il campione del mondo 2007 dicendosi contento del comportamento delle nuove vetture, più in linea con le sue preferenze di guida – C’è molto meno carico aerodinamico rispetto allo scorso anno quindi siamo più lenti nelle curve veloci ma la macchina ha molta più aderenza in quelle lente grazie alle gomme lisce”. Raikkonen ha parole di apprezzamento anche per il KERS che, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe essere presente sulla F60 sin dalla prima gara:“Il KERS è molto interessante ed è facile da usare e tutta la squadra è rimasta positivamente sorpresa da come ha funzionato bene sin dal primo test”.

    RISCATTO. “Nel 2007 ho vinto per un punto mentre nel 2008 il mio compagno ha perso per lo stesso distacco. Quindi, ogni punto conta” fa notare il finlandese che si dice deciso a portarsi via da Melbourne il maggior bottino possibile. Raikkonen sa che, al di là delle vittorie, tanto la squadra che la gente gli chiedono di mostrare consistenza e costanza. Armi fondamentali per lottare per il mondiale, Elementi clamorosamente mancati la scorsa stagione. A dargli fastidio quest’anno ci sarà un Massa in più che come lo Stefano Domenicali ha fatto notare in una recente intervista:“E’ arrivato a completa maturazione. Un anno fa partiva tra i dubbi, oggi affronta il Mondiale per vincerlo. E può farcela”. Per il team principal Ferrari, però, Raikkonen ha tutte le carte in regola per riprendersi lo scettro di prima guida in una stagione che si preannuncia decisiva per il suo futuro:“Lo vedo motivato e più magro, mi dicono, di 3 chili - spiega Domenicali alla Gazzetta dello Sport – Ha la percezione che per lui, come pilota e uomo Ferrari, sarà una stagione importante”.