Kimi Raikkonen: primo Rally da 5 in pagella

Primo Rally ufficiale al volante della Citroen per Kimi Raikkonen

da , il

    Per quanto le derapate siano la norma nei Rally, non ci occuperemo di questa disciplina. Riteniamo doveroso fare una virata verso il difficile Rally di Svezia per raccontare la prima uscita ufficiale di Kimi Raikkonen. L’ex pilota Ferrari si è reso protagonista di una gara anonima e, pur con tutte le attenuanti del caso, non arriva alla sufficienza. Altrove i giudizi sul suo operato sono stati ben più severi. Noi ci limitiamo ad accordarci alle dichiarazioni del suo team manager che non fa drammi e chiede ancora tempo per completare l’ambientamento.

    KIMI RAIKKONEN. Partito cauto, quando ha provato a spingere un po’ è uscito di strada sull’insidiosissima neve svedese. Kimi Raikkonen parla tutto sommato di un buon debutto:“Non mi è piaciuto molto il primo stage sabato mattina, anche perchè il motore è rimasto un po’ imballato nel secondo. E’ aumentato il mio feeling con la macchina e dopo non abbiamo avuto più problemi. Sto cercando il miglior stile di guida, ci vuole ancora tempo, ma gradualmente sto cominciando a migliorare”, ha dichiarato il campione del mondo di Formula 1 2007. Il trentesimo posto finale appare comunque troppo lontano dal vertice. In attesa che nella sabbia messicana del prossimo appuntamento Raikkonen tiri fuori il suo talento, ricordiamo che i fenomeni della disciplina sono altri Mikko Hirvonen, dominatore sul freddo svedese e Sebastian Loeb, pluricampione arrivato stavolta secondo.

    RALLY. Olivier Quesnel, boss Citroen, difende Raikkonen dalla prime critiche. I 37 minuti accumulati dal leader della gara sembrano troppi agli addetti ai lavoro. Non al boss della casa francese:“Non possiamo chiedere troppo a Kimi a questo punto - ha dichiarato – quello di Svezia credo sia il più difficile Rally con cui partire. Lui non ha fatto un cattivo lavoro, mi ha detto che ha commesso molti errori ma credo sia normale… sta imparando! - ha proseguito Quesnel - Noi abbiamo pazienza e quindi devono averla anche i media. Raikkonen sarà OK entro la fine dell’anno per poi iniziare una lunga striscia di successi…” Anche il co-pilota di Raikkonen ha avuto parole di incoraggiamento descrivendolo come un pilota di grande talento che ha solo bisogno di accumulare esperienza.