Kovalainen: niente male questa Lotus!

Un inizio decisamente incoraggiante quello della nuova Lotus

da , il

    Heikki Kovalainen è soddisfatto della nuova Lotus: nei primi test invernali la T127 ha decisamente superato le aspettative. Il pilota, unico finlandese superstite dopo l’abbandono del connazionale Raikkonen, si augura che i problemi idraulici che hanno interessato la monoposto negli ultimi test vengano risolti prima della gara di apertura del Mondiale 2010 di F1, al via il 14 marzo in Bahrain. In una recente intervista Kovalainen si è detto molto contento dei risultati raggiunti a Barcellona e dei progressi della vettura.

    TEST BARCELLONA. “Penso che abbiamo fatto molti progressi. A Jerez ero stato protagonista di un incidente e in più c’erano stati diversi problemi tecnici. L’ultima giornata di test, e questa settimana in generale, sono state decisamente migliori. Jarno ha percorso un buon numero di giri negli ultimi due giorni e ieri io ne ho completati 60…un buon numero direi.” “Nonostante il problema idraulico del pomeriggio, nel corso della mattinata ho messo a segno 55 giri filati. Abbiamo intrapreso la giusta direzione per quanto riguarda il set-up della macchina e dobbiamo solo proseguire in questo senso.”

    T127. Nell’ultima giornata di test, la Lotus è stata la più veloce tra gli esordienti, distaccando di quasi un secondo la nuova VR01 della Virgin Racing. “Ero davvero a mio agio con la vettura” ha dichiarato Kovalainen. “Sono stato in grado di spingere fin da subito e nel pomeriggio avrei voluto dedicarmi ad una serie di long run per migliorare ulteriormente. Se si guardano i tempi e si pensa al fatto che in soli 5 mesi e mezzo abbiamo messo in piedi un team e una monoposto in grado di competere a questi livelli…è tutto semplicemente fantastico. Ho avuto dei commenti molto positivi anche da parte dei ragazzi di McLaren e questo è molto incoraggiante; la Lotus ha già la stoffa dei grandi della F1.”

    MONDIALE 2010. Kovalainen, che nel corso della sua carriera ha corso con team ben più grandi della Lotus (come Renault e McLaren), ha parlato di come al suo arrivo non fosse fiducioso che il tempo sarebbe stato sufficiente per arrivare ai test invernali così preparati, e di come si sia dovuto piacevolmente ricredere: “Ad essere onesto penso davvero che siamo andati oltre le aspettative. In termini di performance c’è ancora molto da fare certo, ma considerando che non abbiamo avuto altro tempo per disegnare e produrre nuovi componenti, direi proprio che possiamo essere contenti di dove siamo arrivati.” “Arriveremo a Sakhir consapevoli di poter lavorare come un vero team professionale sa e deve fare. Il mio obiettivo è portare a termine la gara, ancora meglio se in testa al gruppo degli esordienti.”