Kovalainen peggio di Hamilton? Colpa McLaren

Heikki Kovalainen dà la colpa della sua sconfitta nel confronto con Lewis Hamilton alle strategie in qualifica

da , il

    Sembrava che la schiacciante sconfitta subita da Heikki Kovalainen nel confronto con Lewis Hamilton fosse senza appelli. Il pilota finlandese, invece, preparandosi alla stagione 2009, mette da parte il servilismo ed avvisa la McLaren:“Non voglio più strategie con qualifiche pesanti”

    QUALIFICHE PESANTI. Secondo Kovalainen, la McLaren avrebbe volutamente scelto di fargli disputare qualifiche più pesanti rispetto al compagno di squadra, per agevolare le vittorie di Hamilton. “Solo una volta sono stato più leggero di Lewis – ha spiegato il pilota 27enne ricordando il GP di Gran Bretagna - e lì ho fatto la pole position. In tutte le altre occasioni, invece, ero più carico di benzina. Spesso il più carico fra tutti i primi sei. Se così non fosse stato, sarei stato davanti molte più volte in questa stagione”

    AVVISO ALLA MCLAREN. Il vicecampione della GP2 2005 sottolinea come, partendo più indietro, si finisca spesso impantanati nelle battaglie di centro gruppo e si veda i primi allontanarsi senza problemi:“Il team sa esattamente cosa voglia dire partire in una posizione piuttosto che in un’altra, per cui mi aspetto che dal prossimo anno vengano riviste le cose”.

    DISTACCO PESANTE. Sebbene spiegare una scoppola mastodontica con la sola strategia delle qualifiche appaia riduttivo, la questione è più complessa del previsto. Prendendo la sola classifica finale del mondiale (45 punti di differenza tra i due) o andando a vedere le ultime prestazioni, c’è poco da dire in difesa del finlandese. Nella prima metà di stagione, però, Kovalainen era effettivamente riuscito a tenere il passo del futuro campione del mondo ed il ritardo inizialmente accumulato era attribuibile esclusivamente ad una serie di episodi sfortunati. Ad ogni modo, se per il loquace biondino esiste veramente una possibilità di rivincita, lo scopriremo tra qualche mese. Noi, nel dubbio, consigliamo di puntare ancora su Hamilton…