Kubica fissa l’obiettivo: ritorno in F1 nel 2014 [FOTO]

Formula 1: Robert Kubica torna a parlare del suo futuro e spiega che nel 2013 vuole cominciare a correre in un campionato per allenarsi e puntare al ritorno in F1

da , il

    Robert Kubica - rally 2012

    Nel migliore dei mondi possibili, c’è un Robert Kubica capace di tornare a guidare una monoposto di Formula 1 già nel corso della stagione 2013. Riportando i piedi per terra, in accordo con le ultime dichiarazioni del polacco, si capisce che la situazione è decisamente più complessa. Ma non disperata. L’ex pilota Renault, tornato con ottimi risultati al volante di una Subaru Impreza WRC nel corso del mese di settembre, ad un anno e mezzo di distanza dal tragico incidente, ha fatto sapere che la massima categoria motoristica resta un suo obiettivo primario e che cercherà realisticamente di realizzarlo per il 2014. Al momento la funzionalità del suo braccio destro è al 50%. In accordo con i medici che lo seguono, potrà arrivare all’80%. Sarà sufficiente per la Formula 1?

    Kubica: “Vedo mio futuro al 70% in pista e 30% nel rally”

    Dopo le confortanti prestazioni dei rally disputati in Italia nel corso del mese di settembre, Robert Kubica prende fiducia e comincia, finalmente, ad uscire allo scoperto. Le sue interviste non sono più cosa rara. Anzi. “Il percorso di recupero della funzionalità del braccio infortunato nell’incidente di Andora è ancora molto lungo ma, nel frattempo, partecipare a competizioni di rally è buono per me – ha dichiarato ad Autosprint - è una sorta di riabilitazione che non è solo fisica. Competere mi aiuta mentalmente a tenere alto il morale e vincere è sempre una buona medicina”. Secondo il polacco, è giusto continuare con un basso profilo. Niente annunci eclatanti e nessuna voglia di bruciare le tappe:“Voglio crescere in modo graduale anche perché non conosco il tempo di un mio possibile recupero completo. Se penso al mio futuro mi vedo al 70% in pista ed al 30% nel rally. Nel frattempo sto lavorando per disputare un campionato completo al livello più alto possibile già per il 2013, in modo tale da essere Ok nel 2014. Parlare di Formula 1- ha concluso Kubica - è adesso prematuro anche perché sto sì programmando dei test in pista ma con vetture a ruote coperte”. La sua ultima vittoria è avvenuta nel recentissimo Rally Citta di Bassano. Prossimo appuntamento in agenda è il Rally di Como. Possibile la sua presenza anche a quello di Var in Francia

    Braccio di Kubica oggi al 50%, può arrivare all’80!

    Parliamo di cifre. In accordo con il Dottor Igor Rossello e le sue dichiarazioni rilasciata all’agenzia polacca Gwizdek24, la strada che dovrà affrontare Robert Kubica è ancora molto lunga:“Il recupero degli arti interessati di Robert è al 50%. Penso che potremmo far tornare il braccio destro al 75-80%. Non sappiamo se sarà sufficiente per tornare al volante di una F1. Ho parlato con il suo agente, Daniele Morelli, e lui è veramente felice dei progressi, così come lo sono io“. Secondo Rossello, la Formula 1 può ancora essere nel destino dello sfortunato pilota:“Ce la può fare. E’ giusto ricordare che, per realizzare e raggiungere il suo obiettivo, ci vorrà ancora molto tempo. Forse uno o più anni“. Se nel 2013 arriveranno risultati confortanti, sarà con tutta probabilità il 2014 l’anno della verità.

    FOTO