L’ultimo saluto a Doriano Romboni

Doriano Romboni è morto in seguito ad un brutto incidente nella prima giornata del SIC Supermoto Day 2013

da , il

    Doriano Romboni morto

    La vita è strana, spesso beffarda. Nel giorno del ricordo di Marco Simoncelli, è morto Doriano Romboni, in una maniera molto simile all’indimenticato SIC: durante la seconda sessione di qualifica. Romboni ha perso il controllo alla curva 12 e ha sbandato sulla parte sinistra, attraversando il prato e finendo di nuovo in pista in prossimità della curva sette, scontrandosi frontalmente con Gianluca Vizziello, 33 anni, di Policoro (Matera), ex campione italiano di velocità. Ma chi era veramente Doriano Romboni? Certamente non era conosciutissimo al grande pubblico, lo era agli appassionati delle due ruote.

    Nato a Lerici l’8 dicembre 1968 Doriano Romboni è stato uno dei piloti italiani più veloci negli anni 90. Ha partecipato a 5 gran premi della stagione 1989, nella Classe 125 con la Honda, ad 11 gran premi della stagione 1990 nella stessa classe con la Honda, a 12 gran premi della stagione 1991 nella Classe 250 con la Honda, alla stagione 1992 nella stessa classe con la Honda, ad 11 gran premi della stagione 1993 nella stessa classe con la Honda, a 13 gran premi della stagione 1994 nella stessa classe con la Honda, ad 8 gran premi della stagione 1995 nella stessa classe con la Honda, ad 8 gran premi della stagione 1996 nella Classe 500 con l’Aprilia, a 13 gran premi della stagione 1997 nella stessa classe con l’Aprilia e ad un gran premio della stagione 1998 nella stessa classe con la Muz Weber.

    La sua prima vittoria la ottenne nel GP di Germania del 1990.

    Dal 1999 al 2004 è passato al campionato mondiale Superbike disputando in totale 12 gare senza raggiungere mai il podio. Nel 2003 dopo uno stop di 3 anni, torna alle corse con il team Giesse Racing che lo schiera nel campionato Italiano Superbike, nel 2004 con lo stesso team oltre al campionato italiano prende parte anche a due prove del campionato mondiale Superbike.

    Nel 2004 si è ritirato dall’attività agonistica.

    Dal 2012 è il nuovo direttore sportivo del team Puccetti Racing Kawasaki.

    FONTE: Wikipedia