La nuova C3 di Citroen

Esce la nuova Citroen C3

da , il

    Citroen, marchio che furoreggia da anni nel mondiale Rally con il fenomenale Sebastien Loeb, proseguendo nella propria avventura all’interno del web 2.0, si appresta ad applicare la propria “Créative Technologie” anche per il lancio della Nuova C3.

    La Nuova Citroen C3 parte da un punto di vista rivoluzionario: il parabrezza Zenith. Grazie alla grande apertura visuale che questa soluzione tecnico-stilistica regala, Citroen vuole mettere al centro del viaggio le persone, le loro emozioni e le proprie esperienze.

    Cosa succederebbe se le persone potessero condividere in rete le proprie sensazioni di viaggio e potessero insieme contribuire a creare e migliorare ciò che vedono fuori dalle loro vetture nella vita reale?

    Con la volontà di rispondere a questa domanda, Citroën presenta un nuovo portale web 2.0 che vuole coinvolgere gli utenti affinché esprimano attraverso foto, video, testi o musica, sensazioni, emozioni, opinioni sui propri viaggi in auto. Di qualunque tipo: dalla vacanza della vita al tragitto casa-lavoro. Dopodiché, dal virtuale si passerà al reale.

    Le fasi del progetto sono 3. La prima ha il suo epicentro nel sito www.newc3trip.it dove grazie ad un “configuratore sensoriale” sarà possibile iniziare a condividere e rappresentare in modo multimediale le proprie emozioni semplicemente indicando alcune piccole suggestioni. La seconda fase, online dal 22 ottobre su www.tripsensations.com, darà la possibilità vera e propria di esprimere personali visioni di un viaggio. Si tratta di poter scegliere un percorso reale da abbellire, arricchire, con i propri contenuti e condividere con gli altri utenti/amici mediante un sistema di voti, discussioni e commenti. La terza e ultima fase è il coronamento di quanto fatto in precedenza: con un’innovativa campagna affissioni, Citroen darà vita alle “visioni” espresse dagli utenti stessi su Tripsensations.com. Un’occasione unica, decisamente stimolante, che rappresenta una svolta nella storia dell’auto, della creatività e del modo di vivere e vedere le proprie città e le proprie strade extraurbane.