La SENTENZA: Mass damper ILLEGALE

da , il

    BRiatore e Mosley

    E’ appena uscita la sentenza della FIA sul mass damper: nel comunicato si legge che il dispositivo viola l’articolo 3.15 del Regolamento tecnico di F1.

    La sentenza ormai è fatta. Finiscono molte illazioni, sortite da varie parti, e vengono a cadere anche le speranze della Renault che aveva detto, sbagliando, di sentirsi sicura del buon esito dell’udienza.

    Il discorso ora deve essere spostato su altri fronti. Almeno due sembrano piuttosto caldi:

    1. Ma allora la Renault è arrivata fino a qui (in testa ad entrambe le classifiche) utilizzando un dispositivo illegale. Si merita, perciò, di stare in quella posizione?

    2. Che ripercussioni avrà questa scelta sul finale del campionato?

    Per il punto 1 c’è da segnalare che la Renault ha fatto la cosa più saggia: rinunciare precauzionalmenteall’impianto d’assorbimento delle vibrazioni nelle ultime due gare le ha permesso di evitare pesanti penalizzazioni. Quanto a ciò che c’è stato prima, la colpa è stata della Federazione che – stando così i fatti – doveva accorgersi subito che il mass damper non era conforme al regolamento.

    Sul punto 2, la faccenda è più complessa. Innanzitutto dobbiamo evitare di chiederci se ci sia – dietro alla decisione di oggi – la volontà della FIA di far vincere a tutti i costi la Ferrari… (se avessi anche solo un sospetto di ciò, con che gusto potrei guardarmi d’ora in poi un Gran Premio?)

    Dal punto di vista razionale, invece, registro due elementi importanti. La Renault ha avuto dei problemi di competitività anche usando il mass damper (vedi Indianapolis e Magny Cours). In secondo luogo, gli stessi tecnici hanno sempre minimizzato l’importanza del dispositivo, andando a ricercare la cause di alcune loro debacle altrove.

    Questo per dire che, se sono loro i primi a non fare tragedie, non dovrebbero farne neanche i tifosi.

    Come giustamente titola anche la gazzetta, si tratta semplicemente di un finale alla pari tra Ferrari e Renault.

    Godiamoci lo spettacolo. E vinca il migliore.

    Analisi tecnica del Mass damper | Formula1.com