La Toyota allontana Gascoyne

Dopo il podio dell’Australia e la risalita come prestazioni sembra che la Toyota sia riuscita a mettersi alle spalle lo scandaloso avvio di stagione

da , il

    Mike Gascoyne

    DOPO il podio dell’Australia e la risalita come prestazioni sembra che la Toyota sia riuscita a mettersi alle spalle lo scandaloso avvio di stagione. Questo però non ha salvato il direttore tecnico Mike Gascoyne che, da tempo sulla graticola, è stato comunque fatto fuori.

    Con uno scarno comunicato quelli della Toyota hanno fatto sapere che «a causa di una fondamentale differenza di opinione riguardo le operazioni tecniche è stato sospeso il direttore tecnico Mike Gascoyne, fino a nuova indicazione. Per il momento Toyota Motorsport non fara’ altri commenti sulla questione».

    In realtà, nonostante i toni pacati usati dai giapponesi, la notizia è una vera bomba e sta a dimostrare che, dopo tanti soldi spesi senza risultati, qualcuno tra quelli che comandano comincia a prendere delle iniziative forti.

    Tra le ipotesi che spiegano questa clamorosa scelta, non è da escludere neanche che ci sia qualcosa in più rispetto alla sola carenza di risultati. Secondo alcune voci, Gascoyne – alla Toyota dal 2003 – non si era mai integrato a pieno con la squadra e la dimostrazione più sintomatica era che non aveva voluto neanche trasferirsi a Colonia, dove ha sede il team giapponese.

    Non dobbiamo dimenticarci, inoltre, che nell’inverno scorso un altro tecnico quotato, Gustav Brunner, aveva ricevuto il benservito.

    Chissà, però, se questi episodi segneranno una rinascita o diventeranno il sintomo più lampante di una crisi profonda.