Le gare più belle della F1 2015: la classifica

Le gare più belle della F1 2015: la classifica
da in Formula 1 2017
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30/12/2015 15:42

    Formula 1 2015

    Siamo partiti da Melbourne il 15 Marzo con la nuova Formula 1 2015 finendo, 19 gare dopo, ad Abu Dhabi il 29 Novembre. La stagione è stata ricca di spunti e gare emozionanti. La Ferrari è tornata al successo grazie a Sebastian Vettel ma non ha potuto nulla nella corsa al titolo contro la fortissima Mercedes. Le frecce d’argento hanno lasciato le briciole alla concorrenza anche se il mondiale è stato nel complesso bello e divertente. Il 2015 è stato anche l’anno d’esordio del ragazzotto Max Verstappen che ha mostrato subito di aver carattere e stoffa per diventare un campione. Noi di Derapate abbiamo voluto stilare una classifica delle cinque gare che sono state più belle ed appassionati in questo 2015. Siete d’accordo?

    La gara della Gran Bretagna è stata ricca di colpi di scena fin dai primissimi metri. Pronti via e le due Williams passano Lewis Hamilton. Il brasiliano Massa resiste agli attacchi dei rivali per 18 giri poi al pit-stop viene infilato dalla Mercedes del britannico. In quelle fasi concitate recuperano diverse posizioni le due Ferrari che salgono in quinta e sesta posizione con Raikkonen davanti a Vettel. Verso il 30° giro inizia una leggera pioggia e alcuni piloti, tra cui Raikkonen, azzardano il cambio gomme con le intermedie. Azzardo che risulta poi decisivo in quanto i pneumatici si deteriorano troppo velocemente e le vetture risultano decisamente più lente delle altre in pista. Al 43° giro vanno ai box sia Hamilton che Vettel per montare i pneumatici intermedi dopo che la pioggia si è fatta più insistente. Il tedesco della Ferrari perde una posizione a discapito di Nico Rosberg. Il pilota della Mercedes prova l’attacco finale a Hamilton senza però riuscirci. Una gara dai mille volti che ha entusiasmato il pubblico.

    La gara americana del 2015, vinta da Lewis Hamilton, ha visto molti piloti lottare per la vittoria finale. La gara inizia con condizioni di ‘wet race’ con le due Red Bull veloci quanto le Mercedes. Le due ‘lattine’ pressano le ‘frecce d’argento’ riuscendo anche a superarle. La pista però si asciuga e complice l’entrata della safety car, si mescolano molto le carte in gioco al giro 23 con Rosberg in testa, seguito dalle due Red Bull e Sebastian Vettel. Il ferrarista inizia a premere riuscendo a passare entrambe le monoposto austriache portandosi cosi in terza posizione. Entra nuovamente la safety car al 43° giro quando Kvjat esce di pista contro le barriere ma restando in una posizione molto pericolosa. Ai box i muretti decidono di passare ad una mescola morbida per l’ultimo stint di gara. Verstappen e Vettel lottano per il terzo posto con il tedesco bravo a battere il giovane olandese mentre davanti è Hamilton a superare Rosberg laureandosi cosi campione del mondo.

    La prima parte di gara vede Lewis Hamilton condurre su Nico Rosberg e Sebastian Vettel. La gara si accende verso il 39° giro. Max Verstappen, sfruttando i doppiaggi di Vettel che lo precede di pochi decimi, riesce a passare sia Carlos Sainz Jr. che Valtteri Bottas, portandosi vicino a Romain Grosjean. Una manovra furba ma geniale che ha lanciato l’olandese a ridosso della Lotus. L’entusiasmo di Verstappen porta l’olandese ad attaccare alla Sainte Devote il francese: le monoposto si toccano e la Toro Rosso finisce contro le barriere imponendo prima la Virtual Safety Car poi la vera Safety Car in pista. Il muretto della Mercedes, combina la frittata e richiama ai box Lewis Hamilton. Rosberg e Vettel ringraziano e passano l’inglese. Il campione inglese non riesce più a superare i due tedeschi e si deve accontentare del terzo posto gettando al vento una vittoria meritata. Per la Mclaren Honda primi punti iridati grazie a Button.

    Il Gran Premio del Canada ha visto subito Lewis Hamilton balzare in testa seguito da Rosberg e Raikkonen. Sebastian Vettel, dopo una brutta qualifica, è costretto a risalire da metà schieramento. Il tedesco decide di anticipare la sosta per cercare di avvantaggiarsi sui rivali e la strategia risulta vincente. Vettel, intorno al 30° giro, passa le due Toro Rosso, poi Marcus Ericsson e infine Pastor Maldonado, ponendosi così al settimo posto. Anche Massa, partito 15°esimo, riesce nella rimonta e si ritrova a lottare proprio con Vettel al 37° giro in pista. La gara si accende verso il 50° giro quando Vettel e Massa riescono a farsi largo superando prima Hulkenberg poi Maldonado. Davanti è Hamilton a vincere davanti a Rosberg e Bottas. Quarto posto per Raikkonen con Vettel 5° e Massa 6°.

    La procedura di partenza viene interrotta, dopo il giro di formazione, in quanto Felipe Massa non si era posizionato correttamente nel suo stallo. Il brasiliano viene cosi penalizzato di 5 secondi che verranno poi scontati al primo pit stop di giornata. Ottima partenza della Ferrari che si portano al comando con Vettel seguito da Raikkonen. Dietro di loro c’è Rosberg che viene attaccato malamente da Hamilton. L’inglese rientra in pista ed è solo 10°. La gara corre via fino al primo pit-stop con Hamilton intento a rimontare posizioni su posizioni. Al 29° giro l’inglese si porta in quarta posizione passando Ricciardo e rimettendosi alle spalle delle Ferrari e di Rosberg. Hulkenberg esce di pista ad alta velocità e la direzione di gara fa entrare la Safety Car. I piloti sfruttano il momento per fare un pit-stop. Al rientro in pista Raikkonen viene superato da Rosberg mentre Hamilton si tocca con Ricciardo e deve andare ai box a cambiare l’alettone. Anche Raikkonen accusa un problema al motore e rientra ai box gettando al vento un podio. Ricciardo nelle fasi finali si porta nei tubi di scarico di Rosberg, lo attacca e finisce a contatto col tedesco. Entrambi sono costretti ai box per un alettone rotto e una gomma forata. Sfortunato Rosberg che è costretto a fare un giro quasi completo con tre ruote gettando al vento un possibile podio. Insieme al vincitore Sebastian Vettel si vedon sul podio il russo Kvjat e Daniel Ricciardo.

    1085

    PIÙ POPOLARI