Le più belle Ferrari di Formula 1: dalla 125 alla SF 70H [FOTO]

Le più belle Ferrari di Formula 1: dalla 125 alla SF 70H [FOTO]

Le monoposto più belle del Cavallino Rampante.

da in Ferrari F1, Formula 1 2017, Nuova Ferrari F1, Storia della Formula 1
Ultimo aggiornamento: Giovedì 16/03/2017 09:51

     Le più belle Ferrari di Formula 1: dalla 125 alla SF16-H [FOTO]

    Quali sono le monoposto Ferrari di Formula 1 più belle di sempre? Tra queste rientra anche la SF 70H? Sui gusti non si discute. E poi, si sa, che la monoposto “bella” senza ombra di dubbio è soprattutto quella… vincente! In tal senso, la macchina che correrà con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen la stagione 2017 di Formula 1 deve ancora scrivere la storia. Quella stessa storia che in 67 anni, dal 1950 ad oggi, hanno già reso leggenda alcune vetture uscite dalla fabbrica dei sogni di Maranello. Qui riportiamo alcune delle più significative. Tutto ebbe inizio con la 125…

    ferrari 125 f1 Si chiama Ferrari 125 la prima vettura con il logo del Cavallino Rampante che calca il palcoscenico del mondiale di Formula 1. Siamo nel 1950. Nel primo anno della neonata categoria, la 125 è assente nel primo GP della storia, quello di Silverstone, ma nella seconda tappa del campionato il Drake ne schiera già 4 ai nastri di partenza.

    Arriva nel 1951 grazie a Jose Froilan Gonzalez la prima vittoria Ferrari in Formula 1. Siamo a Silverstone. La 375 è spinta da un V12 di 4,5 litri di cilindrata. Nel 1952 e 1953 ci penserà Alberto Ascari ad ottenere due titoli di campione del mondo. La strada dei successi è cominciata.

    ferrari areo surtees 1964 Nel 1961 ci sono grosse novità regolamentari. I motori diventano più piccoli. La Ferrari è la più brava a capire come muoversi e con Phil Hill porta a casa un altro titolo piloti che viene replicato nel 1964 da John Surtees con la 158, ribattezzata “Areo”, per via dell’innovativa forma ad aereo da caccia.

    ferrari f1 312 t 1975 lauda La seconda metà degli anni ’60 e la prima dei ’70 sono un periodo difficile per la Ferrari. La rinascita si chiama Ferrari 312 T. I personaggi legati a quella una nuova era di trionfi sono fondamentalmente tre: il pilota Niki Lauda, il direttore sportivo Luca di Montezemolo e il giovane progettista Mauro Forghieri. Il codice 312 T sta a significare il motore 3 litri da 12 cilindri con cambio trasversale (T). Solo il drammatico incidente di Lauda al Nurburgring nel 1976 ha interrotto una scia di vittorie che, con la sua eco, ha portato fino al titolo del 1979 di Jody Scheckter grazie all’ultima versione della fortunata 312 T.

    ferrari f1 126 1981 villeneuve

    Il modello Ferrari 126 C nasce con l’obbligo di non far rimpiangere il precedente gioiello. Si entra nell’era dei motori turbo. La Ferrari tiene botta. Riesce a restare al top vincendo nell’82 e ’83 il titolo costruttori ma deve anche affrontare situazioni tragiche e drammatiche come la scomparsa di Gilles Villeneuve.

    ferrari f1 641 1990 prost

    Finita l’epoca dei motori turbo e scomparso Enzo Ferrari. La Ferrari si affaccia all’ultimo decennio del secolo scorso con il vento dei rinnovamento alle spalle. Il diretto tecnico è John Barnard detto “il mago”. Il pilota è quanto di meglio ci sia sul mercato assieme a Senna: il professore Alain Prost. Barnard fa valere il suo peso specifico inventando il cambio con leve al volante. E’ una rivoluzione. La 641 F1 è in lizza per il mondiale fino all’ultima gara ma Senna decide di vendicarsi su Prost per lo sgarro dell’anno prima (quanto erano compagni di squadra in McLaren) buttandolo fuori alla prima curva del GP di Suzuka e diventando matematicamente campione del mondo proprio ai danni del francese.

    ferrari f1 f2000 schumacher

    La Ferrari chiamata semplicemente F2000 inaugura il nuovo millennio e prepara Maranello ad una scia di successi senza precedenti. I nomi dei protagonisti stavolta sono Schumacher, Byrne, Brawn e Todt. Con i modelli che si susseguono – F2001, F2002, F2003 GA, F2004 - arrivano titoli a ripetizione.

    ferrari f1 f2004 schumacher

    Abbiamo citato i modelli Ferrari dal 2000 al 2004. Particolare attenzione merita la F2004. Si tratta di quella che, forse ancor più della McLaren del 1988 o la Williams degli anni 1992/93, è considerata la macchina perfetta. Schumacher riesce a diventare matematicamente campione del mondo con quasi mezzo campionato d’anticipo. E’ il suo settimo e ultimo titolo.

    ferrari f1 f2007 raikkonen

    Jean Todt sta per lasciare il posto a Stefano Domenicali. Schumacher e Ross Brawn non ci sono già più. Nel 2007 è la spy-story a tenere banco ed il duello in famiglia McLaren tra Alonso e l’uragano Hamilton. Alla fine la spunta la Ferrari con Kimi Raikkonen che vince un insperato titolo mondiale. Ma meritatissimo. La F2007 è veloce e solida. Gli altri hanno giocato sporco ed hanno scopiazzato… tant’è che il team McLaren si ritroverà a fine stagione con l’azzeramento dei punti conquistati.

    ferrari sf15t f1 2015

    E’ la macchina che rompe con il passato. Basta ai musi lunghi nelle facce dei tecnici, i dirigenti ed i piloti. Via Fernando Alonso, via Domenicali, via Mattiacci, via Pat Fry, via Tombazis e tanti altri. Soprattutto via Montezemolo. Arriva Marchionne. C’è Arrivabene. C’è anche Sebastian Vettel a riportare entusiasmo. C’è James Allison a capo del nuovo progetto che si defila dalla concorrenza per un muso lungo. Ma è solo una questione estetica stavolta. La vettura è bella. Molto più bella di quelle che c’erano state prima anche per colpa di regolamenti che obbligavano i tecnici a linee non certo aggraziate. Riporta a Maranello 3 vittorie dopo un 2014 orribile. In pochi c’avrebbero scommesso.

    Termina qui questa rassegna tra i modelli che hanno fatto la storia della Ferrari. Un elenco che, per fortuna dello sport italiano, non si può mai ritenere definitivamente chiuso. Ora è il momento della SF 70H. Clicca qui per la scheda tecnica e le foto della monoposto di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen che promette di rendere vita dura alle Mercedes dopo anni di dominio assoluto.

    1417

    PIÙ POPOLARI