Le strade dei centauri: il Muraglione

Continua il nostro viaggio tra le strade piu' frequentate dai centauri nel nostro paese: dopo avervi presentato il passo di Bocca Serriola, adesso vi raccontiamo del celebre passo del Muraglione

da , il

    Dopo avervi “raccontato” del passo di Bocca Serriola, tanto amato dai motociclisti, oggi vi presentiamo un altro tratto di strada, altrettanto “mitico” che e’ in assoluto uno dei piu’ trafficati in Italia dai centauri nei week end.

    Si tratta della SS67, detta il Muraglione, che congiunge Firenze in Toscana con Forli’ in Romagna , con una serie di curve e di panorami mozzafiato che culminano con l’omonimo passo che si trova a 907 metri sul livello del mare.

    Il nome del passo deriva da un muro imponente costruito nel piazzale per riparare dal vento i viaggiatori che dalla meta’ dell’ottocento, periodo in cui il valico e’ divenuto carrozzabile, hanno cominciato a percorrere quelle strade. Attraversare questa strada e’ come tornare indietro nel tempo, in un territorio dove ci sono paesini piccolissimi popolati da anziani che si piazzano con la sedia davanti a casa e restano li’ immobili per tutta la giornata, con dei negozietti piccolissimi che fanno dimenticare il caos dei grandi centri commerciali, con migliaia di auto che combattono per un parcheggio.

    Come tutti i passi di montagna e’ un susseguirsi infinito di curve non troppo veloci ma molto tecniche, dove la differenza non la fa chi apre tutto il gas in uscita e stacca come fosse in pista, ma chi sa “ballare” tra le curve con il ritmo giusto senza prendersi quei rischi che per strada tutti noi dobbiamo evitare.

    Avviso ai naviganti: e’ una strada dove ci sono decine di autovelox, messi li’ con la scusa delle velocita’ assurde dei motociclisti ma in realta’ piazzati per rimpinguare le casse dei comuni del luogo che sulle spalle dei motociclisti pareggiano i bilanci.