Lewis Hamiltion pigliatutto: tris agli Autosport Awards nel ricordo di Ayrton Senna

Lewis Hamiltion pigliatutto: tre permi vinti anche agli Autosport Awards nel ricordo di Ayrton Senna

da , il

    Lewis Hamiltion pigliatutto: tris agli Autosport Awards nel ricordo di Ayrton Senna

    Qualcuno si stupisce che questo ragazzo si sia montato la testa. Qualcun’altro pensa che sia un grande sbruffone. Ammesso e non concesso che sia vero, chi al suo posto non si comporterebbe allo stesso modo?

    Tanto per non perdere il vizio, dopo essere stato osannato dal mondo intero per le sue doti e aver già fatto una gran scorpacciata di stima, successo, gloria, popolarità nonché riconoscimenti vari, Lewis Hamilton è il dominatore assoluto degli Autosport Awards.

    I prestigiosi premi sono consegnati, appunto, dall’autorievole giornale britannico Autosport che ogni anno vuole ricompensare i migliori rappresentanti dello sport automobilistico internazionale.

    Lewis Hamilton non poteva avere un ruolo marginale e, non a caso, si è portato a casa tutto ciò che si poteva prendere.

    Miglior pilota britannico, miglior debuttante e soprattutto miglior pilota in assoluto della stagione. Su quest’ultimo ci sarebbe da discutere visto che nel momento decisivo non ha retto il colpo e, comunque, sul suo grande esordio hanno influito una gran macchina, un team che lo ha supportato al 110% e, probabilmente, un Fernando Alonso che ad inizio stagione gli ha dato più di un consiglio.

    Se, però, si vuole stare nella sostanza delle cose dobbiamo ammettere che Lewis è un grande, sarà un grandissimo e merita alla grande ogni riconoscimento.

    Tra 15 anni, quando il suo nome sarà ormai nella leggenda di questo sport, nessuno si chiederà più se nel 2007 sarà stato davvero il miglior pilota della stagione, sarà scontato.

    Il diretto interessato, il quale ha ricevuto il primo premio dalle mani di Damon Hill mentre gli altri due da Viviane Senna, sorella di Ayrton, ha dichiarato:“Sono fiero di essere qui stasera. La mia presenza rappresenta la squadra McLaren Mercedes e questo premio va condiviso con loro e con la mia famiglia”.

    “Sono molto emozionato - ha poi detto a Viviane Senna – Ayrton è sempre stato per me un riferimento sin da quando correvo nei kart. Ho visto i suoi video e per me sarebbe stato un sogno incontrarlo. Purtroppo non ci sono mai riuscito per quello che è successo… Altrimenti nel 1995 saremmo stati tutti e due qua. Sono molto onorato di ricevere questo premio da queste mani”,