Lewis Hamilton: 3 buoni consigli

eddie jordan, michael schumacher, flavio briatore parlano del finale di stagione 2008 per la formula 1 e mettono in guardia hamilton dal fare errori

da , il

    Eddie Jordan, Flavio Briatore e Michael Schumacher. Cosa hanno in comune questi 3 personaggi? Ciascuno di loro ha voluto mettere il becco sul duello finale della F1 2008 tra Felipe Massa e Lewis Hamilton finendo col dare preziosi consigli al pilota McLaren.

    JORDAN INCATTIVISCE. Secondo l’ex team manager, il pericolo più grosso che corre Hamilton è quello delle provocazioni:“Per cercare di metterlo in crisi, Massa si inventerà di tutto compreso l’ingaggiare con lui qualche corpo a corpo analogo a quello del Giappone dove Hamilton finì in testacoda”. La soluzione, secondo Eddie Jordan, sta nel non temere di mostrare i muscoli e, ricordandosi di essere più avanti in classifica, permettersi persino di rispondere con altrettanta durezza. “Dirò una cosa impopolare - conclude l’irlandese – ma se Hamilton viene toccato, allora deve essere pronto a reagire ed a buttare fuori a sua volta Massa. Comunque vada, infatti, deve essere sicuro che il suo avversario non finisca la gara”.

    SCHUMI METTE IN GUARDIA. Chi crede che Massa non farà scorrettezze è Schumacher. I due sono grandi amici e tra loro corre sincera stima. Per questo il sette volte campione del mondo cambia punto di vista e consiglia ad Hamilton di non sottovalutare assolutamente il brasiliano, nonostante il distacco in classifica. “Molti credono che Massa non possa vincere. Io credo che sia la sua faccia giovane a volte a non farlo prendere in considerazione ma avendoci corso assieme posso dire che è un grandissimo talento”. Il tedesco della Ferrari non lesina lodi neanche ad Hamilton:“E’ arrivato in F1 ed è andato subito forte pur avendo come compagno Alonso. E’ un talento: i risultati parlano da soli”

    BRIATORE FA DUE CONTI. Pragmatico come spesso solo gli italiani sanno essere è Flavio Briatore. Il manager Renault, dopo aver pubblicamente ammesso di essersi sbagliato sul conto dell’anglocaraibico, ora cambia prospettiva e lo indica come favorito d’obblgo:“Ha sette punti di vantaggio ed ha dimostrato grande freddezza nonché grandi doti. E’ cresciuto ed è maturato. Vuol dire che ha imparato dagli errori e quindi per me adesso è lui il favorito”. Poi l’avvertimento:“Se fosse nella mia squadra gli direi di non guardare assolutamente le Ferrari ed arrivare terzo o quarto. Farei andare a vincere Massa e punterei solo a stare lontano dal casino. Nel peggiore dei casi farei quinto, ma sarei comunque campione del mondo”