Lewis Hamilton: è polemica dopo la scelta di non entrare nel sindacato dei piloti

Lewis Hamilton: è polemica dopo il rifiuto di entrare nel sindacato dei piloti

da , il

    Lewis Hamilton: è polemica dopo il rifiuto di entrare nel sindacato dei piloti

    Si sono svolte durante il weekend del GP d’Australia le nuove nomine della GPDA (Gran Prix Driver Association). Il nuovo presidente del sindacato dei piloti è Pedro De La Rosa il quale succede all’ormai assente Ralf Schumacher. A fare notizia, però, è dell’altro.

    L’argomento di discussione è il gran rifiuto di Lewis Hamilton. Il pilota della McLaren ha fatto sapere che la scelta di non entrare nella GPDA è legata alla mancanza di tempo.

    Questa decisione non è sembrata affatto saggia a molti osservatori ed estimatori del vicecampione del mondo. Tra questi citiamo il nuovo presidente de la Rosa:“Non è tanto impontante essere membri attivi quanto entrare nell’Associazione. Se mancano presente di un certo calibro, siamo tutti più deboli e non riusciamo più a rappresentare degnamente la nostra categoria verso l’esterno”.

    Parole ancor più dure arrivano da l’ex campione del passato Jackie Stewart:“Sono sorpreso e deluso che Lewis non voglia entrare nella GPDA. L’unica cosa che devi avere con gli altri piloti è la comunicazione, anche perchè si è considerati come un gruppo e non come singoli. La GPDA ha fatto molte cose buone, ed è sbagliato non voler entrare a far parte dell’associazione”. “Bisogna darsi delle priorità – ha proseguito il tre volte campione del mondo scozzese - Lewis è un uomo importante di questo sport, i media parlano di lui più di chiunque altro, come succedeva a me ai miei tempi: ho fatto fare molto in termini di sicurezza perchè ero un pilota importante, e Lewis potrebbe fare lo stesso”.

    Fate le vostre considerazioni. Ricordatevi, però, che anche Kimi Raikkonen si è chiamato fuori.

    E se vi state chiedendo perché nessuno ha polemizzato contro di lui, faccio notare che forse è perché il finlandese, a differenza di Hamilton, non ha mai avuto atteggiamenti da protagonista e non è mai stato messo a simbolo di questo sport.