Lewis Hamilton, ma come spendi i soldi?

lewis hamilton ha speso 400 mila dollari per comprare una targa personalizzata con il suo nome sopra

da , il

    Lewis Hamilton, ma come spendi i soldi?

    Avevamo già parlato di targhe personalizzate e spese folli per accaparrarsene. Dal Daily Telegraph arriva una notizia che ha fatto un po’ rumoreggiare il paddock. Lewis Hamilton avrebbe pagato quasi 400 mila dollari per mettere l’autocelebrativa targa “LEW 1S” sulla sua Mercedes Benz 4×4 immatricolata in Svizzera.

    Il precedente proprietario, sempre secondo le cronache, tale Bob Lewis, non voleva inizialmente liberarsene. Ma è arrivata da parte del suo omonimo la celebre “offerta che non si può rifiutare”.

    I critici del pilota inglese non hanno perso tempo nel mostrare l’insensatezza del gesto e, tanto per fare il loro lavoro al meglio, sono andati a ripesare Nick Heidfeld che recentemente ha manifestato la volontà di investire parte dei propri soldi in un progetto che dovrebbe portare acqua potabile in alcuni paesi sottosviluppati del Sud del mondo

    Vanno dette alcune cose, però, in difesa di Hamilton. Il ragazzo è diventato ricco sfondato da meno di un anno. Che faccia qualche spesa folle è il minimo che ci possa aspettare. A questo va aggiunto che, sicuramente, pure il santo Nick Heidfeld, soprattutto in gioventù, ne avrà fatte di cose analoghe. Adesso che è ormai nel pieno controllo delle proprie finanze e che si è già tolto innumerevoli sfizi, lui – come buona parte dei suoi colleghi milionari intendo – può anche avere la testa per pensare a come aiutare gli altri. In questo senso, inoltre, è possibile che lo stesso Hamilton, oltre a buttare nel cesso 400 mila dollari, ne spenda altri per altre iniziative benefiche senza farsi troppa pubblicità. Insomma, giudichiamo e critichiamo pure. Ma ricordiamoci che noi al posto loro farammo esattamente le stesse cose e a questo aggiungiamo che, in realtà, della vita privata di certa gente, non ne sapremo mai nulla.

    La notizia da prendere, quindi, è solo una: se vi fate un giro in Svizzera e vedete una Mercedes grossa e nera con la targa “LEW 1S”, vi potete mettere ad aspettare che arrivi il proprietario e magari, se vi comportate bene, ci scappa pure una foto con autografo!