Libere 2 – Entra Rossi e torna il sereno

Riassunto prove libere pomeriggio del venerdì a jerez de la Frontera

da , il

    rossi_libere2

    Finita la pioggia, su Jerez torna il sereno.

    Scende in pista Valentino Rossi (Camel Yamaha) dopo il silenzio di stamattina e la musica cambia da subito.

    Un impavido Capirossi (Marlboro Ducati) prova a resistere ottenendo un dignitosissimo secondo tempo ad una manciata di millesimi da Valentino anche se la moto mostra qualche segno di bizzaria, avanza implacabile Pedrosa (Repsol Honda) confermando le aspettative e piazzandosi terzo quasi 2 decimi dal ducatista italiano.

    Gibernau (Marlboro Ducati) non ci sta e risale dal 10 posto al quarto praticamente con lo stesso tempo del piccolo spagnolo, a significare che da adesso non si scherza più.

    La Michelin continua a farla da padrone, anche se la Bridgestone riesce a piazzare entrambi i suoi Ducatisti in vetta alla classifica e la Kawasaki di un motivato Nakano al quinto posto.

    Exploit Ducati a parte, la Honda si riconferma la moto più gestibile anche da un Pedrosa che fino a ieri affermava di non avere esperienza, sembra che Rossi per arrampicarsi così in alto anche questa volta abbia dovuto penare, visto che i problemi di chattering rimangono e potrebbero dare fastidio sul lungo percorso come quello di gara. Le altre Yamaha, infatti, si perdono dal settimo posto in giù.

    Dopo il grigiore di stamattina, ora si fa sul serio. Sguainate le spade, scaldate le gomme, finalmente ci si è resi conto che la MotoGP 2006 è cominciata. E i suoi protagonisti di sempre sono tornati anche questa volta a dettare legge e spettacolo in un circo più che mai competitivo.

    Nessuno sembra aver voglia di tacere, nessuno di tirarsi indietro, neppure le new entry, anzi. Sono proprio loro (Pedrosa in testa) a rubare la scena e a dimostrare che anche quest’anno lo spettacolo è garantito.

    In bocca al lupo a tutti!

    1° Valentino Rossi (Camel Yamaha) 1’41″613

    2° Loris Capirossi (Ducati Marlboro) 1’41″625

    3° Daniel Pedrosa (Repsol Honda) 1’41″ 798

    4° Sete Gibernau (Ducati Marlboro) 1’41″ 798

    5° Shinya NaKano ( Kawasaki Racing Team) 1’41″ 939

    6° Marco Melandri (Fortuna Honda) 1’42″ 108

    7° Colin Edwards (Camel Yamaha) 1’42.266

    8° Nicky Hayden (Repsol Honda) 1’42.276

    9° Randy De Puniet (Kawasaki racing Team) 1’42.455

    10° Tony Elias (Fortuna Honda) 1’42.518

    11° Kenny Roberts (Team Roberts) 1’42.538

    12° Casey Stoner ( LCR Honda) 1’42.552

    13° Carlos Cheka (Tech 3 Yamaha) 1’42.608

    14° John Hopkins (Rizla Suzuki MotoGP) 1’42.727

    15° Makoto Tamada (Konica Minolta Honda) 1’42.868