Luis Salom morto: gli incidenti mortali del motomondiale

Luis Salom morto: gli incidenti mortali che hanno sconvolto il motomondiale negli ultimi decenni.

da , il

    Barcellona – Il motomondiale piange la prematura scomparsa di Luis Salom. Il giovane pilota della Moto2, durante le prove libere del Gran Premio di Barcellona 2016, ha perso la vita alla curva 12 del Montmelò dopo un tremendo incidente. Lo spagnolo, trasportato in ospedale, è stato operato d’urgenza ma non ce l’ha fatta ed è deceduto poco dopo. Salom è solo l’ultimo di una lunga serie di piloti che hanno perso la vita prematuramente.

    Il Gran Premio di Monza del 1973

    Uno dei momenti più tragici del motomondiale è la doppia morte di Jarno Saarinen, campione del mondo in carica, e Renzo Pasolini nel Gran Premio di Monza del 1973. Dopo la partenza, alla curva grande, ci fu un maxi incidente nel quale rimasero coinvolti e feriti altri quattordici piloti.

    La morte assurda di Wakai

    Nel 1993 ci fu la tremenda morte del giapponese Noboyuki Wakai nel GP di Spagna. Il pilota mentre percorreva a velocità sostenuta la corsia dei box, per evitare un tifoso, cadde e picchiò violentemente la testa contro un muretto. Operato d’urgenza all’ospedale di Siviglia, non riuscì più a svegliarsi.

    La morte di Kato nel 2003

    La morte di Daijiro Kato è ancora nella mente di tutti gli appassionati di motomondiale. Il giapponese, nella gara d’apertura del Mondiale nella sua Suzuka, perse la vita dopo un tremendo impatto contro un muro di protezione della pista. Il giapponese urtò le barriere ad oltre 200 km/h e, dopo 19 giorni di coma, perse la vita.

    Shoya Tomizawa nel 2010 e Simoncelli nel 2011

    Gli ultimi due incidenti mortali sono stati quelli di Shoya Tomizawa e Marco Simoncelli. Il primo, durante il GP di San Marino della Moto2, era in lotta con un folto gruppetto di piloti. Quando perse il controllo della moto, fu travolto da De Angelis e Redding. L’anno successivo, a Sepang, successe un incidente molto simile per dinamica: Marco Simoncelli, perse il controllo della sua moto, impattò con Edwards e fu travolto anche da Valentino Rossi. L’impatto fu tremendo tanto che il pilota perse il casco per il tremendo urto.

    La tragica morte di Salom a Barcellona nel 2016

    Luis Salom, durante le libere della Moto2, ha perso l’anteriore della sua moto ed è scivolato finendo rovinosamente addosso alla sua moto che si era incastrata tra le barriere protettive. Una dinamica sfortunata, assurda che è costata la vita al pilota spagnolo. L’intervento d’urgenza all’ospedale di Barcellona non è servito a nulla.