Mass Damper legale! Sì ma…

da , il

    Briatore e Todt

    Il mass damper è tornato legale, almeno fino al 22 Agosto, giorno in cui verrà messa una parola definitiva alla vicenda.

    Ci sono due osservazioni, però, che andrebbero fatte.

    La prima è: come mai la Renault anziché giustificare il tracollo di Hockenheim con la “squalifica” dell’ammortizzatore incriminato, minimizza la questione e dice che non c’entra niente quel dispositivo ed, anzi, scarica tutte le colpe sulle Michelin?

    La seconda è: come mai la Ferrari ha ottenuto una vittoria analoga ad Indianapolis, quando il mass dumper era perfettamente legale? E come mai si è ripetuta a Magny-Cours?

    Questi due indizi mi fanno credere che abbia ragione Briatore quando dice che i vantaggi di quel dispositivo sono di qualche decimo a malapena e SOLO in qualche pista. E, ripeto, perché mai dovrebbe dire in quel modo se non fosse vero? Sarebbe molto più comodo per lui alzare un gran polverone e farsi sentire lassù in federazione (dove qualcosa conta anche lui… visto che è uno dei candidati al dopo-Mosley)

    Parlando poi di presunti aiuti della FIA alla Ferrari ricordo, per “par condicio” diciamo, che anche i tifosi della Rossa (Montezemolo in testa) sono molto arrabbiati con la Federazione per la decisione presa nei confronti di Schumacher a Montecarlo.

    Due torti non fanno mai una ragione. Ma se l’operato della FIA è discutibile, lo è in tutte le direzioni. Per cui, in questo caso almeno, non credo ci siano dietro chissà quali macchinazioni…

    In Ungheria, comunque, il mass damper sarà OK. E lì, in un circuito lento, verranno esaltate le sue funzioni. Vedremo cosa succederà… e non dimentichiamoci che, anche se con meno “guadagno”, pure la Ferrari ce l’avrà a disposizione!

    Video | tecnica Mass Damper (da Vandone su gazzetta.it)