Mass damper, la Renault ci ripensa!

da , il

    Renault R26

    Anche in Ungheria la Renault non utilizzerà il mass damper.

    Non solo: ci sono grosse possibilità che il 22 Agosto a Parigi venga definitivamente dichiarato illegale dalla Corte di Appello Internazionale della FIA.

    La prima ad esporre bandiera bianca nei confronti del mass damper era stata la Toro Rosso.

    Giovedì, infatti, dopo le verifiche tecniche Charlie Whiting, delegato tecnico della FIA, ha espresso il parere che quel dispositivo avesse anche la funzione di migliorare l’aerodinamica. Proprio attorno a questo gira il contenzioso: se così fosse il mass damper sarebbe illegale e, per evitare sanzioni, la Toro Rosso ha deciso di non utilizzarlo.

    Analoga, qualche ora dopo, è stata la decisione della Renault che, comunque, pare non stia risentendo qui in Ungheria degli stessi gravi problemi della Germania. Segno che forse la soluzione della loro crisi è da cercare anche altrove.

    Prendendo atto della decisione di Whiting sembra che cominci a delinearsi un certo accordo tra commissari e Federazione nel ritenere illegale il dispositivo. Naturalmente non saranno applicate sanzioni per i team che lo hanno utilizzato fino al Gran Premio di Germania escluso. Ma gli stessi team non ne potranno beneficiare ulteriormente.

    Come è noto, i più colpiti da questa situazione saranno quelli della Renault che lo avevano introdotto con successo nel 2005 e su di esso avevano interamente progettato la vettura del 2006.

    Resta solo da capire solo se quelli effettivamente danneggiati siano quelli della Renault o i loro rivaliche. D’accordo che i francesi si sono visti privati di una miglioria tecnica, ma come la devono prendere Ferrari e McLaren che per più di metà stagione hanno lottato contro una vettura che si avvantaggiava sfruttando un sistema non in linea con i regolamenti?

    Ai pasticcioni della FIA l’ardua sentenza…