Massa: prendere o lasciare?

Che farne del pilotino? Quando va male parcheggia la sua Ferrari nelle barriere

da , il

    Massa  e Schumacher

    Che farne del pilotino? Quando va male parcheggia la sua Ferrari nelle barriere. Quando va bene ricorda un qualunque Barrichello.

    Per di più, l’alibi della gioventù scricchiola sempre più. Sia perché non si vedono miglioramenti nella costanza e sia perché, ormai, il talento dovrebbe essere emerso.

    Ripercorrendo la sua stagione ricordiamo l’errore in Bahrain, i due incidenti in Australia e la gara incolore di Monaco preceduta da un altro errore di guida. Tutte cose che Barrichello non avrebbe mai fatto.

    Tra gli spunti positivi, invece, citiamo qualche buona qualifica, un podio e qualche piazzamento dietro a Schumacher. Cose che Barrichello ha sempre fatto.

    Prendiamo Rubinho come paragone perché rappresenta esattamente ciò che da Massa non dobbiamo aspettarci. Barrichello era per la Ferrari un pilota affidabile e discretamente veloce, una perfetta seconda guida.

    Massa dovrebbe essere un giovane al quale perdonare qualche errore a patto che dimostri di saper andare veramente forte. Ma per adesso è solo un’IMperfetta seconda guida.

    Non pensate che, se la classe ci fosse stata, sarebbe già venuta fuori? Ad essere emersa, a parer mio, è solo la tendenza all’errore che, trall’altro, il pilotino si porta dietro anche dagli anni in Sauber…

    Le scommesse è giusto farle. Speriamo che la Ferrari abbia la capacità di reagire, rendendosi conto che a volte – le scommesse – si possono anche perdere.