Mattia Pasini: test positivi al Mugello

Mattia Pasini: test positivi al Mugello

Mattia Pasini, in sella alla Ducati Gp9, durante i test effettuati in questi giorni sul circuito del Mugello, in Italia, vola come se avesse sempre guidato quella motocicletta: ecco i dettagli dei suoi test

da in Ducati MotoGP, MotoGP 2017, Test Motogp
Ultimo aggiornamento:

    Sono terminati i test di Mattia Pasini in sella alla Ducati GP9 che si sono svolti in questi tre giorni sul circuito del Mugello. Buoni risultati per il pilota riccionese che ha fermato i cronometri a 1’51″9, staccato di due decimi dal collaudatore storico di Borgo Panigale, Vittoriano Guareschi.

    Mattia Pasini, dopo i test di Brno ad agosto, ha fatto la conoscenza del quattro cilindri bolognese e con la sua proverbiale difficolta’ di guida. Per lui anche due cadute, una scivolata martedi’ e un brutto volo nell’ultima giornata che gli ha provocato una botta fastidiosa al collo. Risalito in pista dopo la caduta, non e’ piu’ riuscito a limare il miglior tempo ottenuto in precedenza.

    E’ stata un’esperienza davvero bella e positiva ed avrebbe potuto essere addirittura meglio sotto il punto di vista del miglior tempo” – ha dichiarato il pilota romagnolo, ed ha aggiunto – “purtroppo sono caduto al “Correntaio” dopo aver cominciato la giornata davvero alla grande, con un ottimo feeling con la moto grazie alle modifiche di assetto che avevamo provato già mercoledì sul finire della sessione.

    Infatti ho tolto subito un secondo al mio miglior tempo, alla prima uscita. Non mi sono fatto nulla, ma ho preso una botta al collo e poi non ho girato altrettanto bene: credo che altrimenti un altro secondo alla fine lo avrei levato. In ogni caso, ripeto, una bellissima esperienza per cui ringrazio Ducati e tutti i ragazzi che mi hanno seguito in questi tre giorni.

    Nonostante le cadute di Pasini, in casa Ducati sono molto soddisfatti delle prestazioni ottenute dal riccionese sul circuito toscano, come ha confermato il papa’ della GP9, Filippo Preziosi: “durante questo test ho potuto verificare personalmente come Mattia sia in grado di guidare una MotoGP nonostante le difficoltà. Questo è possibile solo grazie ad un talento non comune e ad una determinazione veramente straordinaria. Abbiamo imparato tutti una lezione che va ben oltre le, peraltro interessanti, informazioni tecniche che abbiamo raccolto grazie ai commenti di Mattia: sono certo che ricorderemo a lungo questo test”.

    Immagini da www.sport.it, www.motorcyclenews.com, resources.motogp.com, i25.tinypic.com.

    414

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ducati MotoGPMotoGP 2017Test Motogp
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI