Max Biaggi: “RSV4 una moto da sviluppare”

Max Biaggi parla della sua Aprilia RSV4, che sta testando in questi giorni in Sud Africa in vista del prossimo campionato di Superbike: la moto gli piace, ma c'e' ancora molto da sviluppare prima del via della SBK

da , il

    La nuova Aprilia RSV4 e’ una moto nata bene.

    Il ritorno alla Superbike della casa di Noale, dopo sette anni di pausa, sembra essere partito con il piede giusto. Gia’ dalle prime uscite ci si e’ resi conto che il potenziale c’e', ma che ci sara’ da fare un duro lavoro di sviluppo che dovra’ sobbarcarsi Max Biaggi che ha la classe e l’esperienza per primeggiare tra le derivate di serie.

    Il pilota romano, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, ha parlato di quanto ci sia ancora da lavorare riguardo soprattutto la nuova frizione per modificare il freno motore che non permette una guidabilita’ ottimale. Il problema stara’ nel vedere se basteranno qualche nuova regolazione o se ci sia bisogno di un intervento piu’ strutturale dalla fabbrica.

    Per quanto riguarda il rapporto con il suo nuovo team e in particolare il suo nuovo compagno, Biaggi ha dichiarato: “ha esigenze simili alle mie, questo può essere d?aiuto. Ci siamo divisi il lavoro nei test: io mi sono occupato della frizione e degli assetti, lui dei cornetti di aspirazione ad altezza variabile. La squadra è forte, conosco questi ragazzi e ho grande fiducia”.

    I test appena svoltisi in Sudafrica sul circuito di Kyalami hanno messo in evidenza che la Ducati va fortissimo girando, con Michel Fabrizio, un secondo piu’ veloce dell’Aprilia dimostrando che anche senza Troy Bayliss la moto da battere e’ sempre la rossa. Ma Max Biaggi non e’ sorpreso della prestazione della moto di Borgo Panigale: “sapevo che sarebbero andati forte. Vincono da tempo, hanno l?esperienza che a noi manca. Anche Ducati ha passato stagioni difficili, con tante rotture, ma adesso sono in vantaggio su tutti“.