Max Mosley confermato, è questo il vero scandalo?

reazioni dure alla votazione che ha confermato la fiducia al presidente della FIA Max Msley

da , il

    Max Mosley confermato, è questo il vero scandalo?

    Se qualcuno pensava che la votazione di ieri a Parigi avesse messo la parola fine allo scandalo che ha investito Max Mosley, il mondo della Formula 1 e dell’intera Federazione Internazionale dell’Automobilismo, si è sbagliato di grosso.

    Mosley era dato per spacciato da buona parte degli addetti ai lavori compresa gente potente e ben informata come Bernie Ecclestone e gli Automobil Club delle principali nazioni europee.

    Con loro stupore, però, il Presidente durante queste settimane ha lavorato bene di politica, convincendo molti piccoli staterelli e portando il consenso dalla sua parte con una schiacciante maggioranza di 103 a 55.

    La polemica, quindi, anziché spegnersi si è nuovamente incendiata come e più di prima, in barba alla legittimazione ottenuta da Mosley con il voto dell’assemblea.

    Col senno di poi si può notare che, se Mosley non si era volutamente dimesso, era perché aveva fatto bene i conti. Quello che non aveva considerato, semmai, è la reazione dei contrari alla sua riconferma.

    Non è bastata la votazione per mettere a tacere i dissidenti. Ed ora è questo lo scandalo vero, grosso e imbarazzante con il quale il Presidente dovrà convivere fino al termine del mandato. L’automobil club tedesco si è detto incredulo e dispiaciuto della riconferma ed ha sospeso con effetto immediato e la collaborazione con la FIA. Sulla stessa linea d’intenti sembrano anche gli Stati Uniti mentre Olanda, Australia, Giappone e Spagna per adesso si sono limitati, si fa per dire, ad esprimere un palese disappunto.