Max Mosley, morto il figlio: sospetta overdose

Morto il figlio di Max Mosley, Alexander Mosley

da , il

    Alexander Mosley, 39 anni, figlio di Max Mosley, è stato trovato morto nella sua casa di Londra. La causa sembra essere overdose. Non c’è pace per il Presidente della FIA che dopo lo scandalo dell’orgia sadomaso vede di nuovo sbattuta la propria vita privata in prima pagina. Per fatti persino più dolorosi e drammatici. Capaci di trasformare tutto il resto in nulla.

    ALEXANDER MOSLEY. Tanto per far capire che Alexander Mosley non era uno dei tanti figli di papà che passano il tempo a sperperare il patrimonio di famiglia gingillandosi tra un divertimento e l’altro, basti dire che era ritenuto un brillante matematico e gestiva contemporaneamente un importante ristorante assieme ad alcuni amici. E’ stato trovato morto dalla polizia nella sua di Notting Hills. Secondo i conoscenti era una persona tranquilla e felice. Che stava bene. Sembra da escludersi quindi il suicidio. Secondo i media inglesi le cause del decesso sarebbero da ricercare nell’abuso di sostanze stupefacenti.

    PRIVACY. LA FIA, per conto di Mosley, ha chiesto il rispetto della privacy in questa delicatissima vicenda e crediamo sia difficile non acconsentire. E’ da ritenersi altresì ovviamente annullata la presenza del Presidente nel Gran Premio di Spagna. Sarebbe stata la sua prima uscita stagionale.

    CONDOGLIANZE FIA. Sul sito della Federazione Internazionale dell’Automobile è comparso immediatamente uno scarno comunicato di condoglianze nel quale si legge:“I nostri pensieri vanno ai familiari e agli amci di Alexander. Chiediamo il rispetto della privacy della famiglia Mosley in questo momento difficile” Dal mondo della Formula 1, il primo a farsi sentire è stato l’amico Eddie Jordan:“Sono semplicemente devastato, incredulo. Non c’è nulla di peggio per un padre che perdere il proprio figlio. Sono vicino a Max e alla sua famiglia” ha dichiarato l’irlandese.