Max Mosley, una sua prostituta è la moglie di un agente segreto britannico

si arricchisce di altri dettagli lo scandalo sessuale che ha coinvolto il presidente della FIA Max Mosley: una delle 5 prostitute coinvolte nel video è la moglie di un agente dei servizi segreti britannici

da , il

    Max Mosley, una sua prostituta è la moglie di un agente segreto britannico

    Proprio mentre Max Mosley batte i pugni sul tavolo della FIA e dichiara:“Senza di me la FIA perderà il controllo della F1″, arrivano altri assurdi particolari sul fronte dello scandalo sessuale che lo ha investito. Incredibile ma vero: una delle 5 prostitute presenti quella sera, infatti, è la moglie di un agente dei servizi segreti di Sua Maestà.

    E’ il Sunday Times che racconta come un agente del MI5 abbia dato le dimissioni un mese fa, a seguito della pubblicazione del video nel quale compariva la propria moglie. La sua identità, ovviamente, resterà segreta.

    Questo fatto va ad aggiungere dell’altro assurdo ad una vicenda ancora per certi versi indecifrabile. Tutto questo mentre il Presidente cerca di battere gli ultimi colpi di coda di fronte ad una morte già annunciata.

    Mosley, infatti, ha inviato una lettera che la FIA ha pubblicato interamente sul suo sito, nella quale ribadisce i propri meriti e “minaccia”, con la sua assenza, la perdita del controllo della Federazione sulla massima competizione motortistica.

    Il tema con il quale Mosley vorrebbe mettere in soggezione i delegati che voteranno il suo futuro è legato alla gestione dei diritti commerciali della massima competizione motoristica. Il rischio è che senza la figura forte di Mosley, al momento di ridiscutere il fondamentale tema economico, si pongano le condizioni affinché la Formula 1 scappi letteralmente di mano al controllo della Federazione. Secondo il Presidente, qualora il suo mandato fosse confermato fino al 2009, il pericolo sarebbe scampato.